Per Facebook è sempre più importante far sì che i contenuti sponsorizzati siano rilevanti per le persone che vengono raggiunte. È importante per fornire ai brand uno strumento utile a coinvolgere un pubblico davvero interessato, ed è importante per le persone per entrare in contatto con contenuti che rispondano ai loro interessi.

Fino a oggi i contenuti promoted sono stati proposti alle persone sulla base della scelta del target che il brand voleva raggiungere, facendo riferimento a caratteristiche demografiche (età, sesso, luogo) e ai loro interessi (calcolati sulla base del tipo di contenuti con cui la persona aveva interagito).

Facebook Ads Model OLD

Ad esempio, una persona che ha cliccato Like su molti brand di case automobilistiche, molto probabilmente verrebbe identificata come adatta a vedere ads di altri brand di questo tipo. Il controllo da parte delle persone, in questo momento, è limitato: si può decidere di non visualizzare più quel determinato messaggio, o di escludere tutti i messaggi di quel brand dal proprio News Feed, ma senza sapere il vero motivo per cui quel contenuto era stato proposto.

Facebook Ads OLD

Facebook ha annunciato l’introduzione di una funzionalità che permetterà alle persone di comunicare direttamente quali sono i loro reali interessi, dichiarandoli in maniera esplicita: il menu a tendina avrà infatti una nuova voce, “Why am I seeing this?”, che permetterà alle persone di capire i motivi per cui un determinato messaggio è stato proposto (seguendo l’esempio riportato poco sopra, la risposta sarà - ad esempio - “maybe you liked other automotive brands ads”). L’utente potrà decidere se quella motivazione corrisponde effettivamente ai suoi interessi o meno, e potrà modificare gli interessi che Facebook gli ha attribuito, in modo da creare un proprio profilo molto più preciso - e personalizzato.

Making Ads Better and Giving People More Control Over the Ads They See

Questo non significa che le persone vedranno meno messaggi sponsored nei propri News Feed, ma che avranno la possibilità di vederne di sempre più rilevanti e coerenti con i propri interessi reali.

Nel post in cui Facebook annuncia questa novità si legge infatti: “When we ask people about our ads, one of the top things they tell us is that they want to see ads that are more relevant to their interests.”

I dati utilizzati da Facebook, fino ad oggi, sono per la maggior parte provenienti da ciò che le persone fanno all’interno di Facebook stesso, mentre dalle prossime settimane saranno sempre più importanti anche le informazioni che Facebook sarà in grado di raccogliere anche da website che gli utenti visitano o da applicazioni che utilizzano.

L’utente potrà decidere di non permettere a Facebook di proporre contenuti sponsorizzati facendo leva su questi dati attraverso le impostazioni del proprio browser (da desktop) o del proprio smartphone/tablet.

Facebook Ads NEW

Permettere alle persone di avere maggior controllo su ciò che vedono nel loro News Feed ha molto senso perché aiuta li di entrare in contatto con contenuti più rilevanti, rendendo così più efficaci gli investimenti in ads da parte delle aziende che decidano di usare Facebook per raggiungere determinate audience.

“The thing that we have heard from people is that they want more targeted advertising. The goal is to make clear to people why they saw the ad”
- Brian Boland, Facebook VicePresident Ads Product Marketing

Questo breve video spiega molto bene come cambierà il modo in cui le persone potranno scegliere che tipo di messaggi visualizzare, e perché sarà sempre più importante per le aziende analizzare l’audience con cui desiderano interagire, fornendo messaggi che siano rilevanti e coerenti con i loro interessi: