Per qualcuno era il “giorno di Mercurio”, per altri una cinica bambina dalle trecce corvine; per molti è solo il giorno che spezza la settimana a metà, per noi vuol dire Mercoledì Social. E così sia.

Instant articles su Messenger

Proprio così: pochi giorni fa, Facebook ha annunciato l’arrivo degli instant articles nella sua app di messaggistica. Cosa vuol dire? Essere dei geni, in poco tempo: per leggere un articolo, infatti, non servirà più aprire un browser esterno, velocizzando l’azione di ben 10 volte.

Instant articles

Snapchat “Suggest”

Se non ve siete ancora accorti, Snapchat, insieme a Memories (di cui vi abbiamo parlato qui), ha lanciato anche una seconda feature: il bottone “suggest”, una freccina blu che vi permette di suggerire un account ai vostri follower via chat privata. Esatto, potrete scatenarvi con i commenti peggiori insieme ai vostri amici.

Snapchat Suggest

Nuovo prodotto Snapchat

Inoltre, Snapchat starebbe lavorando ad un nuovo prodotto in grado di riconoscere gli oggetti negli snap degli utenti e proporre loro una serie di filtri, advertising e coupon personalizzati. Ad esempio, se pubblicate una foto dell’ Empire State Building, la piattaforma potrebbe consigliarvi un filtro di King Kong da applicare al vostro snap. Ah, e potrebbe addirittura essere incluso un effetto sonoro per associare un brano tematico al tutto.

Snapchat starebbe anche pensando ad un modo per monetizzare la tecnologia: immaginatevi di fotografare un caffè e, poco dopo, ricevere una promo di un bar nelle vostre vicinanze. Grazie, Snapchat, per un nuovo esempio di come creare una comunicazione rilevante per gli utenti, le loro abitudini e i loro momenti.
patent1

#WorldEmojiDay

Brutta notizia: le nostre scelte su che emoji usare nelle nostre conversazioni sono, inesorabilmente, noiose. O almeno questo è quello che ha rilevato Twitter la scorsa domenica, in occasione del #WorldEmojiDay (che – fun fact – cade il 17 luglio perché è la data prescelta dall’emoji calendario). La piattaforma ha infatti svelato una classifica dei simboli più utilizzati da tutto il mondo nell’ultimo anno e, insomma, nessun risultato bizzarro: le emoji si confermano un linguaggio utilizzato prettamente per comunicare al meglio i nostri veri stati d’animo.

EMOJI USATE

 

E se guardiamo ai singoli Paesi? In Sud America ci si lascia trasportare dalla musica e in Italia, Francia e Giappone vince il romanticismo (anche in Arabia Saudita, solamente nella sua versione color “puffo”).

EMOJI PAESI

Nel cibo, invece, la pizza è ad un meritatissimo secondo posto.

Emoji FOOD

Durante la giornata di domenica, Twitter Data ha esplorato i dati raccolti sul mondo delle emoji anche in altri aspetti.

 

#WorldEmojiDay e brand

Con l’hashtag trending su Twitter, anche i brand si sono inseriti nella comunicazione per celebrare la ricorrenza. Di seguito e qui, alcuni esempi di chi l’ha fatto al meglio.

Pokémon Go

Da qualche giorno, Pokémon Go è stato lanciato ufficialmente anche in Italia. E, sorvolando su amicizie spezzate e relazioni in crisi, volevamo darvi un aggiornamento su dati e record del gioco.

Innanzitutto, gli utenti mobile trascorrono ufficialmente più tempo su Pokémon Go che su Snapchat, Twitter e - udite udite - Facebook. Quanti minuti al giorno in media? Ben 33, rispetto ai 22 di Facebook, per esempio.

Inoltre gli utenti attivi giornalieri del gioco hanno superato quelli di Netflix, Google Hangouts e Spotify, e l’app è stata installata più di Candy Crush, LinkedIn e Tinder.

current-installs-1

Fra tutte queste realtà che inficiano le nostre certezze, una cosa è sicura: con Pokémon Go ci facciamo due polpacci tanti. È per questo che Virgin Active ha creato una maratona a Londra che si snoda proprio lungo un percorso di palestre e di Pokéstop presenti nell’applicazione. Anche la durata della corsa, guidata da trainer professionisti, è stata pensata partendo dal gioco: 5km, infatti, è la durata media per la schiusa delle uova di Pokémon.

Snorelax

Il giorno in cui deciderete di posticipare la sveglia di quei cinque minuti troverete traffico per arrivare a lavoro. È una legge non scritta. Ma da oggi c’è un’app che vi salva, e tanto per rimanere in tema Pokémon si chiama Snorelax. Al contrario di quello che suggerisce il nome, l’app è sostanzialmente una sveglia che si setta automaticamente in base alle condizioni del traffico e vi aiuta a combattere eventuali ritardi. Però non temete: potete sempre giocarvi la classica scusa del “Non ho sentito la sveglia”.

snorelax-app-psfk.com_

Facebook

Novità per tutti gli utenti Android: è ora possibile guardare in modalità offline tutti i video che avevate salvato con l’intenzione di vederli in un secondo momento. La nuova feature non scaricherà sul vostro smartphone il contenuto, ma lo terrà all’interno dell’app. Addio panico-da-gigabyte-in-esaurimento.

facebook-offline-video-save-796x413

Con l’augurio di farvi trovare un Pikachu sotto casa, vi lasciamo. Buon mercoledì e fine settimana.