Sabato 2 luglio, ore 12.

Vi immagino così: appena alzati, euforici e pieni di adrenalina, un po’ per l’hangover dopo i non-riesco-più-a-contarli cocktail di un venerdì al ritmo di dance-hall, un po’ perché non vedete l’ora di assistere ai quarti di finale di stasera.

Adesso, però, rilassatevi. Accomodatevi sul vostro bel divano, mettete la moka sul fuoco e godetevi il nostro nuovo Thank God We Are Social, perché tanto si parla comunque di Europei.

Il fenomeno Islanda

Vogliamo raccontarvi una bella storia, che ricorda un po’ quella del Leicester: la storia dei vincitori per caso che, sempre per caso, hanno fatto esplodere l’Internet. ?

Come spesso accade, sono le storie più piccole a dar vita alle favole più belle.

La favola degli Europei 2016 è senza dubbio quella dell’Islanda, la più piccola nazionale di sempre ad essersi qualificata ai quarti di finale eliminando, inaspettatamente, la quotatissima Inghilterra.

Un’isola che ha molti meno abitanti (poco più di 300.ooo) dei follower di Cristiano Ronaldo (43.700.000).

via GIPHY


L’Islanda vince, Twitter esplode

selfieiceland

Nella classifica dei cinguettii, l'Italia occupa ben tre posizioni, ma i dati record arrivano dalla partita dei ragazzi di Lagerback.

Sono le ore 10.51 del 27 giugno e gli Islandesi stanno scatenando il putiferio in Francia: hanno appena sconfitto 2-1 l'Inghilterra in rimonta e si qualificano per i quarti di finale.

Twitter impazzisce, registrando una media di 135.000 tweet di giubilo al minuto, diventando in assoluto il momento più social degli ottavi fino ad ora, superando di gran lunga i tweet (47.166) condivisi lunedì 27 alle ore 19.53, momento in cui ufficialmente l'Italia manda a casa la Spagna e si conquista il diritto di incontrare la Germania ai quarti di finale.

via GIPHY


Subito virale il canto vichingo dell'Islanda

La maggior parte di quei 135.000 tweet elogiava la danza che, con un“huh” gutturale e un battito di mani all’unisono, ha fatto impazzire letteralmente tutti, dai commentatori TV al Web, impressionati da una performance che ha lasciato davvero tutti senza parole.

Si chiama Geyser Sound, ed è una delle manifestazioni di tifo più belle ed emozionanti mai viste prima: una marea blu che canta e batte le mani all’unisono, con capitan Gunnarsson che guida il battimani durante il coro, una squadra e un popolo uniti per sostenere con la forza e i calore di un geyser la piccola Cenerentola degli Europei 2016.


Islanda, star dei Twitternauti

Non c’è quindi alcun dubbio: è la Terra dei Ghiacci la star del popolo di Twitter.

I twitternauti si sono scatenati.

Regina e Re dell'ironia sul Twitter, per noi vincono @MadaEmpire, che fa indossare al Re della Notte di Games Of Thrones la maglia ufficiale dell’Islanda e @Spotbladur, che mette il coach Lars Lagerbäck sul corpo del leader dei White Walkers.

Brand e Islanda, l’ironia impazza

Puntuali come sempre, alcuni brand non hanno perso l'occasione per ironizzare sull'uscita dell'Inghilterra dagli Europei sui social.

La catena di supermercati del Regno Unito, Iceland Foods, ha mostrato il suo senso dell'umorismo con un tweet che ha generato in pochissimo tempo ben 30.346 RT e 26.232 Mi Piace.

Bravi Iceland Foods, vi siete meritati nuovi consumatori.

Chiudiamo in bellezza con una chicca di Ryanair: a pochi minuti dalla vittoria degli islandesi, la compagnia aerea irlandese si è presa una piccola rivincita sugli inglesi, “rei” di avere dato l’ok alla Brexit, pubblicando un contenuto esilarante su Twitter in cui invitava scherzosamente i propri clienti a portare un terzo bagaglio a bordo, un gigantesco sacco di ghiaccio islandese.

Forza Islanda, siamo tutti con te.

Stasera, però, lasciateci tifare Italia. ??