Nel Mercoledì Social #363 di oggi, tratteremo ovviamente della Festa della Donna e come i social network stanno producendo sempre più modi d'interazione tra gli utenti utilizzando nuovi e rivisitati metodi comunicativi e come stiano cercando di risolvere il problema delle fake news che vengono prodotte da uno o più gruppi di utenti.

Facebook e la Festa della Donna

Facebook ha deciso di celebrare la Festa della Donna organizzando una 24h di live che coinvolgerà diverse personalità, artisti, eventi a livello globale. Durante tutta la giornata di oggi a questo indirizzo shemeansbusiness.fb.com si potranno seguire gli eventi e saperne di più sul contributo che le Donne hanno dato in diversi ambiti di business.


[Facebook]

 

Facebook reactions e dislike button

Sembra che il tanto discusso (e atteso?) dislike button stia per approdare all’interno dei social network, in particolare Facebook sta cominciando a testare una serie di reactions all’interno di Facebook Messenger. Ponendo il cursore sopra ad un messaggio nella chat (se siete uno dei fortunati tester) potrete aggiungere una reaction, tra cui il dislike button, per ogni messaggio inviato nella chat.


[Techcrunch]

 

Messenger platform update

Considerando il forte incremento dell’utilizzo delle chat social come primo mezzo di comunicazione tra persone e soprattuto tra brand e utenti, il 3 Marzo Messenger, ha effettuato un aggiornamento con il quale fornirà agli sviluppatori maggior strumenti per progettare e rendere possibili esperienze sempre più interessanti per gli utenti.


[Facebook]

 

Fake news all'interno di Facebook e i social network

Vivendo in una società iper connessa, è normale non avere il controllo di tutte le informazioni e di tutti i fatti che accadono, strumenti come i social network e i media sono quelli che ci aiutano a “sapere” cosa sta succedendo al di fuori del nostro micro sistema in cui viviamo. In uno studio che analizza come le persone interagiscono con le news all’interno di Facebook si evince come il trend delle fake news e dell'esistenza di questi micro sistemi sia in espansione, Facebook nell'intento di costruire una Global Community si sta già occupando di questo problema.


[Mashable]

 

Social media and human emotions

Al giorno d’oggi l’interazione e le comunicazioni attraverso i social network sono diventate la normalità (sempre se esistesse una definizione di normalità), sono così normali che influenzano non solo le nostre azioni ma anche i nostri stati d’animo, un like o un commento o una campagna può trasformare la nostra giornata in positivo o in negativo.


[Mashable]

 

Instagram geostickers

La diffusione degli stickers sui social network ha elevato all’ennesima potenza la personalizzazione dei contenuti che vengono creati e pubblicati, nonostante Snapchat sia stata l’azienda che ne ha tratto più vantaggio ora anche Instagram ha lanciato la sua versione, gli geostickers, stickers utilizzabili sulle Stories che le mettono in relazione alla posizione geografica nelle quali vengono creati. Le prime città ad usufruire dei geostickers sono New York e Jakarta.


[Instagram]

 

Giphy e custom stickers

Giphy, considerando il forte incremento dell’utilizzo degli sticker nelle piattaforme di messaggistica, ha deciso di lanciare 12 stickers app ognuna delle quali conterrà stickers creati da artisti differenti, diversamente dagli sticker normali questi potranno essere trascinati in qualsiasi posizione all’interno della chat che si sta utilizzando.

[Techcrunch]