Siete ancora sdraiati rivolti verso l’alto dopo aver ammirato le stelle cadenti di ieri sera?

Se volete potete restare fermi ancora qualche minuto per leggere questo TG WAS, dedicato proprio a stelle e pianeti. Una buona occasione per prepararsi al meglio allo sciame meteorico delle Perseidi, che sarà ben visibile nella notte tra il 12 e il 13 agosto.

Pensate che esistono influencer che fanno proprio dell’universo il centro della loro comunicazione, in contesti più o meno scientifici.

Ci sono quelli appassionati e studiosi di astronomia, che offrono una visione scientifica e fisica del cielo, oltre ad una spiegazione puntuale degli eventi celesti e dell’evoluzione delle stelle in ogni sua forma.

C’è chi invece fa proprie tradizioni e credenze passate per leggere gli astri, rifacendosi ad una disciplina in questo caso priva di fondamenti scientifici ma altrettanto interessante: l’astrologia.

È proprio da quest’ultima che ha origine l’oroscopo, cioè l’interpretazione della posizione degli astri che andrebbero ad incidere sulla nostra personalità, sulle nostre attitudini e anche… su ciò che il futuro ha in serbo per noi!

Partendo dal primo gruppo, l’americano danspace77 (Solar System Ambassador e NASA Social Alumni), fornisce ogni giorno novità interessanti del settore e ispira con foto incredibili la sua community.

Sempre dall’altra parte dell’oceano, Alyssa Carson, una giovane apprendista astronauta di 17 anni, pubblica sul suo profilo Instagram immagini della sua vita quotidiana ma anche dei suoi allenamenti legati al progetto Possum.

Un giorno, come scrive nella description, potrebbe essere proprio lei tra i primi a camminare su Marte!

Anche l’Italia però può vantare di astronauti-influencer. Un esempio è Luca Parmitano, il primo italiano a effettuare attività extraveicolari.

Tramite la sua pagina Facebook, dove vanta oltre 200mila fan, ripercorre le sue avventure passate, allenamenti, indiscrezioni e news sulle attività dell’International Space Station.

Il secondo “universo” è quello degli influencer astrologici, dove la scienza passa in secondo piano mentre le credenze popolari, la curiosità sul futuro e qualche risata prendono il sopravvento.

In territorio italiano, tra i personaggi “stellari” da proporre al popolo di Instagram uno dei più seguiti è Simone Morandi.

Simone si definisce un Italian astro-blogger e promuove la sua visione con un trattamento divertente su simonandthestars.

Segue Irene Zanier, docente della Scuola di Astrologia Immaginale di Torino, che nella sua pagina Facebook lunaastrologica con oltre 14mila seguaci dispensa articoli e riflessioni avvincenti del settore.

Tra gli influencer astrologici più conosciuti all’estero troviamo Susan Miller, che nella sua pagina Facebook astrologyzone conta circa 160mila seguaci e milioni di views sull’omonimo sito.

Da 22 anni si dedica a questa disciplina, offrendo anche un servizio di previsioni personalizzato attraverso consulenze telefoniche.

A volte però astrologia e astronomia possono fondersi, come è successo a cinque ragazzi (2 scorpioni e 3 pesci).

Oltre alla pagina Instagram costarastrology, hanno realizzato la prima app powered by NASA che, ricorrendo all’utilizzo dell’Intelligenza Artificiale, permette di ricevere aggiornamenti quotidiani e personalizzati analizzando gli insight a partire dal giorno di nascita della persona.

Detto questo, ci si vede al prossimo TG WAS e, come disse un Anonimo: “La follia umana non impedisce la rotazione delle stelle”.