Sembrava impossibile ma anche quest'anno la settimana di Ferragosto è arrivata. Mentre tutti noi ci godiamo la certezza granitica della formula lettino+ombrellone, i nostri amatissimi social utilizzano questo mese per qualche perfezionamento e qualche sperimentazione così da essere pronti per il nostro ritorno.

Facebook
Iniziamo con un breve reminder: il 19 agosto cambiano i formati mobile adv di Facebook, occhio!
Da Cupertino sono in arrivo anche due importanti novità per arginare le fake ads e le fake news: nel primo caso si tratta di alcune app sviluppate per bloccare il passaggio in feed di fake ads veicolo di malware; nel secondo caso Facebook sta lavorando a una vera e propria tab che dovrebbe raccogliere le news dei publisher più attendibili.

Fonte 1 e fonte 2.

Twitter
Raffica di piccole novità destinate a migliorare l'utilizzo day by day per il social più bistrattato degli ultimi tempi: uno snooze button che permette di silenziare le notifiche per 1, 3 o 12 ore (utilissimo in questo periodo); una sezione per personalizzare l'aspetto della propria home e per facilitare la lettura; una nuova modalità di ricerca interna ai DM, che non soddisfa proprio tutti, ma è comunque un primo passo; e infine la possibilità di fare una "subscribe discussion" in modo da ricevere solo le notifiche relative a uno scambio di tweet che ci interessa particolarmente.

Al di là delle features, negli ultimi mesi Twitter si è distinto per un interessante progetto per "addetti ai lavori": Brands talk Twitter, e cioè una serie di interviste in cui i brand (per il momento Paddy Power e Kfc) raccontano le ultime campagne realizzate sulla piattaforma.

Pazzo pazzo hiring
Se al ritorno dalle vacanze state pensando di cambiare vita, vi segnaliamo due misteriosi hiring.
Instagram sta cercando un meme-liaison, cioè un "intermediario" dei meme: non è dato sapere cosa debba saper fare esattamente ma al momento sembrerebbe una figura pensata per valorizzare al meglio la presenza dei meme sulla piattaforma.
Amazon, invece, sta cercando un esperto di blockchain. Anche in questo caso per capire di cosa si tratta possiamo basarci sugli intenti dichiararci dal colosso di Seattle, e cioè sfruttare il sistema blockchain per gestire con la massima trasparenza gli annunci pubblicitari.

Fonte 1 e fonte 2.

E infine...
Twitch testa in beta quello che tutti stavamo aspettando: i Twitch Studios, che permetteranno una gestione più comoda e fluida delle dirette di gioco e dell'interazione con la propria community.

In controtendenza con l'iniziativa di Instagram che maschera il numero di like, Tiktok stuzzica i propri utenti notificando in maniera speciale il like provenienti dai creator ufficiali.

Fonte 1 e fonte 2.

Ehi, ma da quant'è che siete davanti a questo schermo? Andate subito a tuffarvi!