IN MEMORIAM

Un minuto di silenzio per tutte le calze disperse, risucchiate in luoghi oscuri, quali i misteriosi anfratti del cestello della lavatrice e cesti della biancheria con doppio fondo nascosto, ubicato nella dimensione parallela di Wendimoor (fellow nerds, unite! lo so che sapete di che cosa stiamo parlando).

via GIPHY

Il 9 Maggio è stato il Lost Sock Memorial Day, triste ricorrenza che è sempre bene ricordare per i motivi sopracitati.
In un mondo ideale, le calze sarebbero l’unica cosa a venire dispersa o dimenticata. E invece no, siamo tutti alla mercé della nostra memoria difettosa… 

…o lo saremmo se vivessimo in un’era antidiluviana. Invece, grande Giove!, il progresso ci ha portato smartphone e app pronti a ricordarci di quelle miriadi di piccole cose che altrimenti ci perderemmo per strada.

via GIPHY

Da Reminders a Evernote, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta. 

Ecco un breve compendio delle task app più utili, dalle più popolari alle più astruse (perché sì, oggigiorno si può essere hipster e indie anche nella scelta delle app).

Reminders (iOS)
Un “oldie but goodie”, Reminders è la task app integrata negli iPhone.
Pratica e funzionale, è il perfetto go-to di base, con la possibilità di creare liste e dare diverse priorità ai vari promemoria. Dall’avvento di iOS5, l’app comprende anche un servizio di notifiche basate sulla location geografica, nonché un’integrazione con Siri.
Con un po’ di fantasia, sarà come avere il vostro piccolo JARVIS personale.

via GIPHY


Evernote
(iOS/Android)
Chi scrive è una Evernote addict, ma cercheremo comunque di essere obiettivi.
Evernote è l’app multitasking per eccellenza: non è solo un ottimo taccuino virtuale, ma anche una perfetta “to-do list”. Per gli iPhone, da iOS8 è ora anche possibile aggiungere il widget Evernote al notification center. Avete anche la possibilità di inserire singoli promemoria in note diverse, in sezioni diverse. Perché un elefante non dimentica niente.

via GIPHY


Any.DO
(iOS/Android)
Any.DO è une delle task apps più lite. Il layout è semplice, i comandi immediati. Le opzioni sono molteplici e permettono di personalizzare al meglio la gestione dei task e dei promemoria. La app consente di impostare promemoria legati alla location in cui ci si trova, notifiche programmate, e promemoria per task a sé stanti.
Any.DO è l’alleato “no-nonsense” per chi vuole efficienza senza fronzoli.

via GIPHY


WeNote
 (iOS/Android)
WeNote
è praticamente Mrs. Doubtfire in versione task app.
Dotata di un sistema di sensore di prossimità, è in grado di inviare promemoria legati ad un luogo specifico. È pensata per tutti coloro che escono di casa dimenticandosi metà delle cose che avrebbero dovuto mettere nella borsa. Per quanto funzioni ovviamente anche come una normale task app e possa gestire qualunque tipo di promemoria, la sua particolarità è proprio questa specializzazione nell’“indoor help”.

via GIPHY


Il Taccuino
Per le anime vintage, il buon vecchio taccuino funziona ancora. Ma forse le foreste vi sarebbero grate se faceste il vostro ingresso nel XXI secolo e optaste per una task app.

via GIPHY

Qualsiasi delle miriadi di opzioni a nostra disposizione scegliate, ricordate: Micromanaging is key. Parola di Daredevil.

p.s. Le vostre calze, però, sono a tutt’oggi destinate a restare sole.