Nuovo TGWAS, nuovi trend digitali, questa settimana direttamente dalle passerelle della Milano Fashion week appena conclusa.

Un esempio? Droni al posto delle top model, utenti trasformati in interior designer, il rigetto degli old media e altre novità interessanti.

 

D&G - SFILANO DRONI AL POSTO DELLE MODELLE.

Si, avete capito bene. Dolce & Gabbana durante l'ultima giornata della settimana della moda, ha ben pensato di sostituire quello che siamo stati sempre abituati a vedere in passerella, i modelli, con dei droni volanti ai quali erano agganciate le borse della nuova linea "Devotion Bag". Questo spiega anche il motivo della strana richiesta rivolta agli ospiti, ovvero: disattivare qualsiasi dispositivo wi-fi, causando così fino a 45 minuti di ritardo. Ma lo spettacolo sicuramente ne è valso la pena.

 

MM6 MAISON MARGIELA: LA BOTIQUE CREATA DALLA COMMUNITY. 

Non bastavano le modelle rimpiazzate dai droni in questa Fashion Week, anche gli architetti, i progettisti e gli interior designer sono stati sostituiti. Infatti, la casa di moda belga Maison Margiela ha inaugurato la prima boutique co-designed insieme alla sua community per la sottolinea MM6.  Nello specifico, questa community era composta da un selezionato gruppo di studenti IED e Marangoni.

Lo spazio di 60 mq in Porta Nuova reinterpreta i concetti anticonvenzionali del brand unendo presente, passato e futuro con pannelli bianchi alle pareti e pvc bianco sul pavimento. Per rendere unici gli spazi total white, questi sono stati decorati con un leitmotiv di scarabocchi neri e graffiti, dove le reinterpretazioni di elementi d’archivio o nuovi ben si legano ai codici del guardaroba eclettico e deciso.

 

OLD MEDIA: LE NUOVE SEDUTE ALLA SFILATA DI MARNI.

Marni punta tutto sull'ironia ma con un forte concetto alla base, usa televisori e pile di giornali stampati come sedute durante il suo ultimo show a Milano. Provocatorio o veritiero? Simbolo che qualcosa sta cambiando davvero? Sicuramente ha diviso le opinioni della community, che ancora una volta ne ha parlato sui social media, il luogo per eccellenza dove, al giorno d'oggi, le persone si scambiano opinioni.

 

MONCLER GENIUS: MAGNETICHE SIMMETRIE.

Instagram non è più il canale dove semplicemente pubblicare i contenuti visti durante una sfilata o una presentazione, ma sta diventando sempre più spesso un canale di lancio esclusivo per presentare le collezioni in anteprima mondiale. Questo è stato il caso della collezione Genius di Moncler: otto talenti per altrettante capsule collection, da svelare una al mese per dare al consumatore suggestioni sempre nuove.

Per lanciare l’evento e il marchio, Moncler ha puntato su un mix di Storie e Post che sfruttano al meglio le possibilità creative offerte dai vari formati, con il tono ispiratore che appartiene al marchio, protagonista insieme ai suoi prodotti di una serie di video di grande effetto. Profilo Ig sicuramente da tenere sott'occhio.

 

TOMMYNOW DI TOMMY HILFIGER.

TommyNow è il nome della sfilata di Tommy Hilfiger interamente ispirata alla Formula 1 realizzata in collaborazione con Gigi Hadid e presentata in anteprima a Milano. Il brand ha voluto intrattenere i suoi ospiti con contenuti esclusivi oltre a quelli presentati in passerella, infatti, tutti i presenti hanno potuto curiosare nel "Behind the Drive" grazie a dei codici QR disseminati nella location, i quali una volta scansionati mostravano contenuti fotografici e video della capsule collection TommyXGigi Spring 2018 e l'intero processo di sviluppo di un'auto da corsa di Formula Uno Mercedes-AMG Petronas Motorsport.

 

PRADA: IT GIRL VIRTUALI E BRANDED GIF.

Come già raccontato nell'ultimo mercoledì social, anche Prada non è stata da meno durante l'ultima fashion week. Il brand si è infatti avvalso di Lil Miquela, la nuova It Girl virtuale che ha lanciato le nuove branded Gif di Prada su Instagram. Sarà questo il futuro della moda? Crearsi personaggi a proprio uso e consumo? Infatti Lil Miquela non è una novellina del settore, ma brand come Moncler, Diesel e Proenza Schuler si sono già avvalsi della sua collaborazione.

 

In conclusione, possiamo dire che il fashion system è sempre più orientato al coinvolgimento del consumatore finale. Si assiste così a un cambiamento del settore, che passa dall'essere un mondo elitario per pochi a un territorio sicuramente più accessibile, grazie ai social media e alle attività digitali online e offline.

Non lasciamoci quindi ingannare dalla cover mostrata dalla modella Gigi Hadid: 38.7 milioni di follower su Instagram e altri 15.9k su Twitter, che ci allerta dei danni dei social media sulla nostra salute mentale.

 

Buon weekend.

Al prossimo sabato.