E anche stavolta sarà Instagram ad aprire le danze di questo Mercoledì Social ricco di novità. Siete pronti?

Si chiama Emoji Slider l’ultima new entry di Instagram. I poll sono piaciuti così tanto che il social network ha deciso di introdurre uno sticker a scorrimento che permette ai follower di rispondere ad una domanda, attribuendo alla risposta anche una scala di valori. Non più risposte nette, dunque, ma anche indice di gradimento. Un ottimo strumento per capire le preferenze, i gusti e le inclinazioni di chi ci guarda dall’altra parte dello schermo.

Come funziona? Semplice ed intuitivo, il nuovo tool compare nella sezione stickers subito dopo aver caricato il contenuto che vogliamo sottoporre al sondaggio. Et voilà, i followers potranno rispondere alle nostre domande e l’emoji si animerà di conseguenza.   

Chi farà il sondaggio sarà in grado di vedere sia il totale delle preferenze espresse e sia il grado preferenza di ogni partecipante. Un tool che porta ad un livello superiore le Stories di Instagram, d’ora in poi in grado di indagare ancora più in profondità il livello di soddisfazione dei nostri followers. E non solo: Emoji Slider facilita lo storytelling, si presta a soluzione creative e d’intrattenimento e aumenta la possibilità di interazione con la propria audience.

Ma Instagram non si ferma qui: la possibilità di ricondivisione di post presenti nel feed sulle Stories è ormai ufficiale. Come dichiarato dagli stessi sviluppatori, promuovere contenuti di atri utenti e dei brand sarà ancora più facile e veloce. Basterà cliccare sull’icona di Instagram direct (il caro aereoplanino di carta in alto a destra) e scegliere dal menù l’opzione “Aggiungi post alla tua storia”.

Il nuovo tool non solo permetterà di aumentare la visibilità e raggiungere nuove persone, ma offrirà anche la possibilità di condividere i contenuti rilevanti degli utenti in modo più studiato ed ordinato.

La nuova funzionalità, già disponibile su Android, arriverà nei prossimi giorni anche su iOS.

A queste nuove feature si aggiunge anche l’arrivo di nuovi filtri per le stories (e saranno tanti!), grazie alla collaborazione con Kylie Jenner, BuzzFeed, Ariana Grande, the NBA e tante altre personalità di spicco. Per la prima volta infatti, Instagram apre le porte ai brand e ai personaggi famosi, permettendo loro di creare i propri AR filters e aprendo così nuove opportunità commerciali per i brand più attivi sul social network.

E a proposito di filtri… Last but not least, Instagram introduce il filtro anti-bullismo, fondato sulla tecnologia DeepText. Basato sull’intelligenza artificiale, questo tool è in grado di bloccare automaticamente commenti ritenuti offensivi, legati in particolare all’aspetto fisico della persona. Well done, Instagram!

Come dichiarato durante l’F8 2018 - non perdetevi lo scorso Mercoledì Social per sapere tutte le novità - anche Facebook si sta attivando su questo fronte, introducendo la piattaforma di prevenzione contro il bullismo, parte del più ampio progetto Il portale degli adolescenti.

Il portale degli adolescenti è un luogo di aggregazione digitale studiato appositamente per i giovanissimi, con tanto di vademecum degli strumenti principali del social. Disponibile in 60 lingue differenti, la piattaforma si pone come luogo di discussione ed educazione digitale per chi muove i primi passi nel mondo dell’online. Il social network sembra infatti non arrendersi all’idea che la generazione K sia sempre meno interessata a Facebook e torna alla riconquista degli adolescenti: riuscirà Facebook a far innamorare anche i più giovani o dovrà rassegnarsi all’idea di non aver ammaliato anche loro?

Mentre lavora a questa ardua impresa, il social network non smette comunque di aggiornarsi su altri fronti: migliorare l’esperienza delle Stories e metterle ancora di più al servizio dei brand. Il social network ha confermato infatti di aver ufficialmente introdotto, seppure in fase di prova, la pubblicità all’interno delle Stories negli Stati Uniti, in Brasile e in Messico. Ha dichiarato di voler aggiungere più metriche per i brand che utilizzano questo tipo di servizio e sarà prevista la possibilità sia di trasferire le Stories da Instagram a Facebook e sia di crearne di nuove, con nuovi format e colori.

La durata di ogni inserzione potrà variare da un minimo di 5 secondi ad un massimo di 15 e l’utente, se desidera, avrà la possibile di non visualizzarle.

 

Per questo Mercoledì Social è tutto! ✌🏻