Ultimo weekend di luglio, ferie in arrivo.

Molti di voi sicuramente hanno già organizzato ogni cosa nel dettaglio, ma per i ritardatari ci sono tantissime opzioni e la tecnologia viene in vostro soccorso.

Quindi telefono alla mano e che la ricerca abbia inizio.

 

1.Virail

È arrivata l'ora di partire, abbiamo deciso la meta dei nostri sogni, visto tutte le foto su Instagram e fatto tutte le ricerche del caso su Google. Ma ora sorgono una serie di domande: quanto mi costerà? Mi conviene in treno o in aereo? Forse se condivido un'auto spenderò ancora meno? Partono così ore e ore di ricerche estenuanti. Ma c'è un'app in grado di rispondere a tutto questo, ed è VIRAILche confronta tutti ma proprio tutti i mezzi di trasporto disponibili per il tuo viaggio e i relativi prezzi: aerei, treni, autobus, ma anche car pooling e car sharing in Italia e nel resto del mondo (l’app comprende circa 48 mila città-destinazione).

2.Hopper

Se invece la meta che avete scelto è raggiungibile solo grazie all'aereo, quello che fa al caso vostro è HOPPER. Tutti noi desideriamo il volo con gli orari migliori e i prezzi più vantaggiosi ed è per questo che l'app in questione è dotata di un sistema di alert che ci avvisa quando i prezzi dei nostri voli preferiti scendono. Ma da poco tempo, Hopper vanta anche un nuovo servizio, chiamato “secret fare” che offre sconti e offerte specifiche.

3.PackPoint 

Il mondo è diviso in due categorie, c'è chi sa fare le valigie (e avrà quindi sempre vita facile) e chi no. Per questi ultimi, c'è PACKPOINT che permette di partire con la valigia perfetta e lasciare a casa gli scarponcini da trekking per la vacanza in riva al mare 😊. L'app in questione, suggerisce infatti che cosa inserire in valigia basandosi sulla destinazione, la durata delle vacanze e le previsioni meteo (e una serie di altre variabili eventuali). Mai più fuori-luogo e impreparati!

4. Playaya

Siete tranquillamente seduti sull'aereo, pronti per partire alla scoperta di qualche meta europea o anche più lontana. Ma ecco che nella vostra mente balena un pensiero: l'abbonamento trimestrale al vostro ombrellone che fine farà mentre sarete lontani? Per risolvere questi dubbi è nata PLAYAYA, la prima piattaforma di ombrelloni sharing, secondo i principi della sharing economy: l'idea infatti è quella di mettere in contatto chi ha un abbonamento in uno stabilimento balneare, e magari non lo utilizza in un determinato periodo, con chi sta cercando un posto nella stessa spiaggia (e sotto il medesimo ombrellone). Oppure permette allo stabilimento di offrire, scontati, degli ombrelloni inutilizzati.

5.Cool Cousin

Ora che siamo in viaggio, è finalmente arrivato il momento di iniziare a fantasticare sulla meta e tutto quello che questa ha da offrirci. Abbiamo due opzioni: arrivare sul posto e seguire la massa di turisti con le solite guide di viaggio oppure chiamare quel carissimo amico/cugino/collega che vive o ha vissuto in quel posto e ci consiglierà solo posti da veri local per vivere una vacanza autentica. COOL COUSIN però sa che non sempre si dispone di questa fortuna e ha pensato a una soluzione, diventando così il nostro "cugino cool" che ci fornirà tutte le dritte da "insider" grazie ai consigli di vere persone che abitano in quel posto.

6. Playtrip

Il viaggio è terminato, tempo di tornare alla realtà. Ogni anno molti di noi si ripromettono di scrivere un bel diario di viaggio con tutti i racconti dei giorni trascorsi, da sfogliare nelle fredde giornate invernali. Ma come ogni anno non lo facciamo. Ecco che Playtrip viene in nostro soccorso, offrendoci l'evoluzione del classico diario di viaggio (ovvero, digital storytelling) e ci permette non solo di creare le nostre storie, come veri scrittori di viaggio, ma di metterle anche in vendita sul medesimo portale. (n.b. attualmente disponibile solo per Android)

 

Che l'organizzazione del miglior viaggio sia con voi 😊