Solo pochi giorni ci separano dalle bollicine di Capodanno, ma il TGWAS numero 2 del 2019 (e numero 395 della sua storia) si tinge immediatamente d’oro. Pronti a qualche curioso spunto social sui Golden Globe 2019? Diamo il via alla rassegna: premi a raffica per voi!

• Qualche rapido dato

Il discorso Golden Globe attira la gente come una calamita sui social network. Gli hashtag ufficiali #GoldenGlobes e #GoldenGlobes2019 hanno letteralmente spopolato nella giornata delle premiazioni e in quelle adiacenti. #GoldenGlobes è stato digitato per oltre 3 milioni di volte su Twitter, mentre #GoldenGlobes2019 è stato cinguettato per quasi 207k volte, a cui si aggiungono le oltre 41.000 digitazioni di Instagram.

• Lady Gaga superstar

Non passerà inosservata, mai. Per natura. Lady Gaga è stata una delle superstar indiscusse, se non la superstar in assoluto, di questa edizione dei Golden Globe. La sua grande interpretazione in “A star is born” non le ha permesso di aggiudicarsi la vittoria come migliore attrice in un film drammatico, ma la sue doti canore e musicali le hanno consentito di prendersi il premio per la migliore canzone originale con “Shallow”. Gaga non ha trattenuto la commozione una volta ottenuto il successo, lacrime che si sono poi trasformate in felicità da condividere col proprio cast e coi propri fan. A suo modo. In realtà Stefani Joanne Angelina Germanotta (reale nome della Lady più impattante al mondo) si è prestata al profilo del fidanzato Christian Carino per celebrare la sua gioia. Un sorriso da esibire tra lenzuola e una bella tazza di noti cereali consigliati dai Flinstones, che accompagnano la star e il Globe conquistato.

Gaga scintillante post vittoria, ma già ampiamente vincente anche pre trionfo. Impossibile non imbattersi nel suo abito lilla firmato Valentino nella fase red carpet e durante la serata intorno al suo tavolino del Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills. Vestito reso ancor più scintillante in compagnia del premio, esibito a questo giro sul profilo ufficiale della cantautrice/attrice e apprezzato da quasi 2 milioni di utenti.

• Christian Bale assente presente

Christian Bale è una presenza mastodontica all’interno di un set cinematografico e la sua prova inVice - L’uomo nell’ombralo conferma in pieno tanto che è valsa il Golden Globe come migliore attore in un film commedia o musicale. Se l’attore gallese è una presenza fissa sul grande schermo, di sicuro non lo è sui social, ambito in cui è praticamente inesistente su tutte le piattaforme più rilevanti.

Ma anche laddove sembra assente, Christian Bale c’è. Sì perché le sue performance, il suo trasformismo e le sue frasi ad effetto scatenano le dita bollenti degli utenti di tutto il mondo. Due esempi su tutti. In primis, il buon Christian è stato particolarmente premuroso a ringraziare Satana, nel suo discorso durante la cerimonia, per avergli permesso di interpretare al meglio il personaggio di Dick Cheney, vicepresidente degli Stati Uniti durante l’amministrazione di George W. Bush. Inutile dire che la rete si sia scatenata per tale riferimento.

Niente male nemmeno il suo ennesimo super cambiamento di peso. Per interpretare Cheney, Bale ha dovuto ingrassare di circa 20 kg. Durante la premiazione, la sua massa si è  invece rivelata decisamente molto meno corpulenta. E anche qui viva gli esempi.

• Cosa cambia e cosa non cambia

Rewind. Natalie Portman in occasione dei Golden Globe 2018, poco prima di annunciare il vincitore come miglior regista, afferma: “And here are the all-male nominees”. L’attrice, premio oscar per il Cigno Nero, solleva così un polverone mediatico evidenziando la presenza di soli uomini candidati al prestigioso premio, nonostante gli scandali sulle molestie che hanno appena invaso il mondo di Hollywood. Passa un anno e per l’edizione 2019, la stessa categoria ripropone 5 candidati uomini (la vittoria va ad Alfonso Cuaron per “Roma”). Natalie passa dalle telecamere a Instagram per esprimere nuovamente il suo spirito battagliero, evidenziando il fatto che in un anno non sia cambiato nulla. Portman si afferma però la miglior regista di questa battaglia: protagonista dei Golden Globe 2019 anche se non fisicamente presente. Indomita.

Una regista non trionfa per i voti dell’HFPA (l’associazione che organizza i Golden Globe) dal 1984 (primo e unico trionfo in rosa, ottenuto da Barbara Streisand). Ma da un tabù che non si riesce a sfatare, passiamo a una “prima volta assoluta” che si è concretizzata a Beverly Hills e targata Sandra Oh, che di “prime volte assolute” ne fa una collezione. Sandra è stata la prima donna di origini asiatiche a presentare i GG Awards e ora è diventata anche la prima donna di origini asiatiche a vincere più di un Golden Globe, in virtù del suo trionfo in questa edizione come miglior attrice protagonista in una serie drammatica per la sua interpretazione in “Killing Eve”, che ne ha fatto della Oh anche la prima donna di origini asiatiche a vincere questo premio. Social in tripudio per questa affermazione storica coi fan impazziti di gioia. Non poteva dunque mancare il ringraziamento ufficiale di Sandra tramite il suo profilo twitter.

• #fijiwatergirl

Ai Golden Globe ci sono star di ogni genere: attori, registi, cantanti, sceneggiatori, compositori e chi più ne ha ne metta. Poi c’è una ragazza vestita di blu che porta un vassoio con delle bottigliette d’acqua, che appare in qualsiasi foto dei protagonisti sul red carpet ed ecco che nasce una nuova stella fuori da qualsiasi galassia tipica del grande universo dei Globe. Kelleth Cuthbert è #fijiwatergirl e la sua fama è spaventosamente aumentata dopo la trovata pubblicitaria del brand figiano, basti pensare che i suoi numeri su Instagram sono passati da 53k a 220k in pochissimi giorni.

Dati frizzanti per la modella che ha sponsorizzato un’acqua naturale e che ora si vede aperte le porte del successo. La sua posa è stata così iconica che la grande ammiraglia dei meme non si è fatta attendere piazzando Kalleth in ogni possibile situazione, ovviamente sempre munita di acqua e vassoio.

• Chicche sparse

Pre, durante e post cerimonia, il marchio Golden Globe è da sempre sinonimo di charme ed eleganza. Ogni tanto però le star che caratterizzano l’evento si lasciano andare a qualche elemento di contorno, tra sentimentalismi, rumors e qualche eccesso. Dai social sono arrivate le pennellate che hanno arricchito la cornice dell’evento. Chi ha emozionato è stato sicuramente Ricky Martin col suo scatto “multitasking”: tanti sorrisi, qualche lacrimuccia e pioggia di like per il suo taglio di capelli pre GG mentre accudisce la figlia neonata.

Da Asgard a 007? Già guardiano del Bifrost nell’Universo Marvel, Idris Elba è da molti indicato come il futuro James Bond in sostituzione di Daniel Craig. Che i rumors siano attendibili o meno, rimane al momento un mistero, di sicuro il tweet divulgato da Idris proprio durante il galà un po’ di pepe sulla questione lo ha messo. Craig fissa un incuriosito Elba che pone la mano sulla spalla del suo… predecessore? Nessuno lo sa, però è lecito considerare che il siparietto sia stato alquanto bizzarro.

Una cerimonia così importante per quanto spiritosa, carica di emozioni e affascinante, alla fine rischia di mettere appetito. E cosa c’è di meglio che chiudere la serata col proprio caro in maniera ultra gustosa? Chiedere a Julia Roberts, che si complimenta affettuosamente con tutti per la seratona, in compagnia di un bel hamburger.

Cala il sipario sui Golden Globe Awards 2019 e sul TGWAS #395 e anche qui complimenti a tutti quelli che sono arrivati al termine dell’articolo!