Meno due giorni al solstizio d’estate, godetevi questo mercoledì social con le notizie più hot della settimana. Let’s start!

È arrivata Libra, la criptovaluta made in Facebook.

Facebook toglie ufficialmente il velo a Libra, la cryptomoneta con la quale il social più grande del mondo spera di muovere i primi passi nel settore dell'ecommerce e dei pagamenti online. La moneta sarà lanciata nella prima metà del prossimo anno e sarà gestita dalla Libra Association, organizzazione indipendente e non-profit con sede a Ginevra, in Svizzera, che raduna i 28 partner di peso. Pensate ad una moneta universale, tecnologicamente simile al Bitcoin, con la quale pagare dalla corsa su Uber all’abbonamento di Spotify, comprare su Instagram o inviare soldi ad un parente. Ecco, questo farà Libra.

"La missione è creare una infrastruttura finanziaria globale che serva a miliardi di persone in tutto il mondo", scrive lo stesso Mark Zuckerberg. "Vogliamo rendere facile per tutti inviare e ricevere denaro proprio come accade con le nostre app per condividere istantaneamente messaggi e foto". Il tutto con la tecnologia della blockchain.

Libra rappresenta sulla carta la prima criptovaluta di massa e servirà per i pagamenti di tutti i giorni. Le implicazioni sono profonde sia sul piano economico sia su quello della regolamentazione: di fatto Facebook, il social network da oltre due miliardi di persone, comincia dal 2020 a battere moneta. E punta non solo ai suoi utenti, ma anche a quel miliardo e 700 milioni di individui che non hanno ancora un conto in banca ma nella maggior parte dei casi hanno già uno smartphone.

Fonte

Facebook rende i commenti più significativi.

Il team di Facebook è costantemente impegnato in un lavoro di miglioramento, così da rendere l’esperienza offerta alle persone più piacevole.

Gli sviluppatori hanno annunciato che il social network inizierà a classificare i commenti per promuovere quelli più pertinenti per gli utenti, dando priorità a quelli che hanno interazioni con il post originale.

Le modifiche si applicano ai commenti sui post pubblici delle pagine e delle persone con molti follower ma chiunque può scegliere di sfruttare la funzione di classifica: gli utenti saranno in grado di moderare i commenti sui propri post nascondendo, eliminando o rispondendo. Facebook non è l’unica piattaforma che cerca di migliorare le conversazioni (qualcosa di simile è stata fatta anche da Twitter) e questo nuovo tentativo sarà probabilmente seguito da altri.

Fonte:

Su Linkedin è tempo di novità

Linkedin, dopo aver recentemente aggiunto alcune nuove funzionalità alla piattaforma, come le reaction e il live-streaming, questa settimana, ha annunciato ulteriori aggiornamenti, confermando ufficialmente anche l'aggiunta dei tag nelle foto e tante altre novità. Ecco cosa è stato annunciato nel dettaglio:

1. Arrivano i tag nelle foto. Si tratta di una feature che mira a creare relazioni più strette all'interno del network professionale.

2. Video Messaging. Per sfruttare ulteriormente la crescita del video, LinkedIn ha aggiunto una nuova opzione per registrare video clip all'interno della funzione di messaggistica. Secondo le statistiche i suoi utenti hanno 20 volte più probabilità di condividere un video sulla piattaforma rispetto a qualsiasi altro tipo di post.

3. Aggiornamento del layout. Linkedin sta spostando alcuni dei pulsanti di messaggistica e post all'interno dell'app, per renderli di più facile accesso per gli utenti in qualsiasi momento.

4. Elenchi dei Topic. Ora gli utenti possono trovare tutti i gruppi di cui fanno parte e gli hashtag che seguono, sul lato destro del loro feed sul desktop o facendo clic sull'immagine del profilo in alto a sinistra su mobile.

Fonte:

Pinterest - Completa il look

Pinterest sta lavorando alla una nuova opzione “Complete the look" per aiutare le persone a trovare più corrispondenze rilevanti tra i prodotti. Sfrutta il ricco contesto della scena per raccomandare risultati visivamente compatibili con i pins fashion e home decor. “Complete the look” analizza contesti come outfit, stagioni, interni, esterni, mobili e l'estetica generale di un stanza, per generare raccomandazioni basate sul gusto attraverso una tecnologia di ricerca visiva.

Pinterest si è basato su un database di immagini che includeva scene complete di vari prodotti corrispondenti. Ha quindi ritagliato i prodotti specifici, che hanno consentito al sistema di raccomandare corrispondenze simili basate su ciò che aveva interpretato come partner rilevanti.

Il processo contribuirà a connettere più utenti di Pinterest alle relative corrispondenze e raccomandazioni sui prodotti, che potrebbero andare ad alimentare ulteriormente le sue crescenti ambizioni di eCommerce. E con Pinterest che guida il social media pack in termini di scoperta di prodotti , l'aggiunta potrebbe rivelarsi molto utile per gli utenti che cercano i giusti pezzi di accompagnamento in vari contesti.

Fonte:

Ma ancora più importante con l’arrivo dell’estate, non dimenticare di bere tanta acqua, mangiare frutta e verdura e non uscire durante le ore più calde… altrimenti chi si rivede al prossimo Mercoledì Social?!