Qualche giorno fa siamo tornati dai Cannes Lions, il Festival per eccellenza nel nostro settore.

In cinque giorni, brand, creativi e ospiti internazionali ci hanno raccontato il loro modo di vedere la creatività e ci hanno presentato i lavori più interessanti dell’ultimo periodo.

Tra tutte le tematiche trattate durante il Festival, una ha spiccato fra tutte. La Generazione Z. Un target che è ormai impossibile da ignorare ma che è ancora difficile da capire e da intercettare (non a caso vengono chiamati gli “Unreachables”).

Quest’anno abbiamo voluto dedicare il nostro digest di Cannes proprio a loro, raccogliendo una serie di take out per creare delle campagne il più rilevanti possibili per la Gen Z e selezionando le case history più efficaci. 

Dentro al documento troverete anche una serie di preziosissimi dati (tipo: l’avreste mai immaginato che a marzo Fortnite ha registrato 250 milioni di giocatori?) e domande pratiche da porsi prima di pensare ad un brief o di andare online con un’idea.

Un ultimo capitolo poi tratta dei due grandi trend del Festival di quest’anno. Spoiler-no spoiler: forse è finita l’era dell’audio off.

Buona lettura!

image source: giphy