La realtà virtuale diventa una parte sempre più importante delle nostre vite, e questo non sfugge certo Facebook, che lancia in versione beta Horizon, la piattaforma dove gli utenti possono interagire tramite l'ambiente virtuale. Anche TikTok continua a innovarsi, tra merchandise e nuove regole, accompagnando i vari rumors sulla sua futura vendita, mentre Spotify testa i primi concerti virtuali. Il work from home non è ancora finito, perché non approfittarne? Google e Facebook non se lo fanno dire due volte, aggiungendo nuove features per favorirlo, insieme alla sicurezza per i bambini e ai diritti d'autore.
E infine Twitter, che si prepara ad essere un terreno di scontro per le prossime elezioni, tramite delle features nuove di zecca.

Facebook lancia la versione beta di Horizon

Accelerata dal lockdown dei mesi scorsi, la realtà virtuale prende sempre più piede nelle nostre vite. Per questo motivo Facebook ha deciso di investirci ancora di più, annunciando che la sua nuova piattaforma VR experience, chiamata Horizon, si sta ora muovendo in closed beta. L'annuncio della creazione di questa piattaforma è stato dato nel settembre dello scorso anno: da allora la sua evoluzione continua veloce e inarrestabile.

Di cosa si tratta? Come spiega Facebook, Horizon è un universo in continua espansione, in cui gli utenti possono interagire con le aree create dall'intera comunità, creare luoghi e addirittura visitarli.

Il suo futuro utilizzo si prospetta essere molto ampio: oltre il gaming, Facebook punta anche a creare nuove opportunità per, ad esempio, la collaborazione sul posto di lavoro in maniera virtuale, che probabilmente diventerà un elemento fondamentale a causa del work from home.



TikTok, tra innovazione e rumors

TikTok coccola i suoi creators con delle piccole innovazioni, che portano la piattaforma a fare un ulteriore passo in avanti. Infatti, TikTok e Teespring sono pronti a lanciare presto un'importante integrazione, che permetterà ai creators di vendere il loro personale merchandise ai propri fan, direttamente sulla piattaforma. La nuova feature è attualmente in fase di test con un gruppo limitato di utenti.

Anche i brand conservano un posto speciale all'interno della piattaforma: TikTok ha annunciato una speciale sessione di formazione per la creazione di AR Effect. Il primo TikTok Brand Effect Webinar punta a far scoprire ai brand come si può sfruttare la realtà aumentata per entrare in contatto con la comunità giovane della piattaforma, proprio attraverso i Branded Effects.

Non mancano neanche le novità riguardo la sua futura vendita. Il Governo Cinese ha annunciato delle nuove regole che potrebbero addirittura bloccare il processo, imponendo delle restrizioni all'esportazione, che mirano a limitare la condivisione di progressi tecnologici all'interno di accordi internazionali. Ciò significa che la società madre, ByteDance, potrebbe ancora procedere con la vendita di TikTok in quanto piattaforma, ma non potrebbe vendere i suoi algoritmi.

Instagram, come vi abbiamo raccontato nelle scorse settimane, approfitta di questo momento di stallo per continuare con le sue innovazioni, annunciando delle features che strizzano l'occhio alla sopracitata TikTok. Tra le ultime troviamo i post suggeriti, creati appositamente per riempire il feed con contenuti di profili non seguiti, quando si finisce di vedere tutte le foto degli account seguiti. Vi ricorda qualcosa?

Instagram post suggeriti
Fonte: Fanpage.it

Spotify testa i primi eventi virtuali

Al momento, purtroppo, non ci è concesso partecipare a molti eventi musicali, per non mettere a rischio la nostra salute. Per questo motivo, Spotify continua ad esplorare alternative virtuali. La funzione non è ancora attiva e non ci sono particolari rivelazioni su come funzionerà, ma un tweet può valere molto di più di mille parole:

https://twitter.com/wongmjane/status/1298271979321954307

Come sappiamo, Spotify notifica già i concerti degli artisti preferiti dagli utenti: con questa nuova feature, sarà probabilmente in grado di supportare anche gli eventi virtuali.

Facebook e Google per il work from home

Il WFH, da scelta obbligata, è diventata un'alternativa allettante per molti lavoratori e aziende. Questo sicuramente non è sfuggito a Facebook e Google. Entrambi, infatti, hanno aggiornato costantemente le loro piattaforme in questo periodo, così da agevolare e (perché no) rendere anche più divertenti le video call tra colleghi e amici.

Questa settimana, Facebook ha annunciato l'aggiunta di nuovi sfondi personalizzati per le Messenger Rooms, e di ulteriori modi per connettersi e categorizzare le varie Rooms, per aiutare a mantenere organizzati gli incontri virtuali. La personalizzazione degli sfondi, l'innovazione più importante, introduce la possibilità di personalizzare lo sfondo della chiamata con le foto degli utenti stessi.

Google, invece, per vincere la sua continua lotta con il concorrente Zoom, aggiunge la possibilità di lanciare le video chiamate di Google Meet direttamente dalla TV di casa, dando così la possibilità agli utenti di trasformare il proprio salotto in una sala conferenze.

Google Meet on TV
Fonte: SocialMediaToday

Google pensa alla sicurezza dei bambini, al diritto d'autore e al Natale

Anche i più piccoli hanno bisogno di spazi per divertirsi, ma è necessario che questi spazi siano sicuri. Google lo sa: per questo, ha deciso di lanciare Kids Space, il nuovo servizio dedicato ai più piccoli su tablet Android. Questo nuovo servizio sarà disponibile prima su alcuni dispositivi Lenovo e in un secondo momento poi la disponibilità sarà globale.

Tramite questa piattaforma i bambini potranno trovare sempre nuovi contenuti, in totale sicurezza. Potranno infatti scorrere tra video caricati su YouTube Kids, giocare ai presenti su Google Play, divertirsi con delle barzellette e avranno a disposizione più di 400 libri gratuiti.

Google rassicura i genitori: il nuovo strumento si affiancherà a Family Link, lanciato nel 2017, che permette di impostare filtri sicurezza e limitazioni temporali per la navigazione online. Un ulteriore rassicurazione: tutti i contenuti della piattaforma saranno controllati da esperti, maestri e educatori, divisi in rubriche e selezionabili anche dai genitori stessi.

Google Kids Space
Fonte: Today

Per quanto riguarda i diritti d'autore, Google fa un ulteriore passo in avanti agevolando la ricerca delle immagini legalmente utilizzabili. Come? Attraverso delle nuove etichette chiamate "Licensable" sui risultati della ricerca di Google Image, che contrassegneranno le immagini, fornendo le informazioni di licenza.

Il Natale non è mai troppo lontano, per cui è meglio prepararsi! Google ha già annunciato alcune nuove features pubblicitarie per i rivenditori in vista delle prossime festività natalizie.

Le abitudini dei consumatori sono cambiate a causa delle restrizioni del COVID-19: per questo motivo, le nuove features mirano ad aiutare i rivenditori a sfruttare al meglio le opportunità di connessione e a massimizzare il potenziale di shopping all'interno dei negozi nei prossimi mesi. Questo avverà grazie alle dei nuovi elementi aggiunti alle Campagne Locali. Le nuove opzioni consentiranno agli inserzionisti di ottimizzare gli indicatori di visita del negozio "Click on direction" o "Calls".

Le nuove features di Twitter in vista delle elezione USA

In collaborazione con VoteGov, USAGov e la Commissione di assistenza elettorale degli Stati Uniti, Twitter annuncia un nuovo prompt informativo per guidare gli utenti alle informazioni di voto ufficiali. Il nuovo prompt inviterà gli utenti a fare una ricerca più approfondita e veritiera rispetto le elezioni, comparendo quando si ricercano termini correlati. Questo contribuirà a garantire informazioni accurate e tempestive, limitando il più possibile le campagne di disinformazione.

https://twitter.com/TwitterGov/status/1300463614382333952

Le agevolazioni non finiscono qui: tra le novità spunta anche un nuovo contatore per le quote, che permette di vedere facilmente ogni volta che un determinato tweet è stato ritwittato insieme a un commento.

https://twitter.com/TwitterSupport/status/1300555325750292480

E le tendenze? Twitter pensa anche a questo. Come ben sappiamo, le liste di tendenza di Twitter possono essere problematiche, perché a volte l'algoritmo può mettere in evidenza termini offensivi o dare informazioni parziali, proprio a causa dell'amplificazione di un solo trend. Per questo motivo, la piattaforma ha lanciato un nuovo test, che permetterà agli utenti di visualizzare nelle liste di tendenza dei tweet di esempio, che serviranno a fornire un contesto più ampio sull'argomento.

Twitter tendenze
Fonte: Social Media Today

Per questa settimana è tutto: al prossimo #mercoledìsocial!