Work Better Together

Culture
Silvia Mauri

Siamo tornati in ufficio e stiamo ripensando al futuro.

Come? In We Are Social stiamo adottando una modalità ibrida di rientro che riesca ad accorciare le distanze e distribuire meglio il lavoro tra competenze specifiche e competenze “collaborative”, perché incontrarci in questi mesi ci è mancato molto!

Tra le sfide future c’è quella di lavorare meglio insieme. Work Better Together è il nome che abbiamo dato a questa nostra nuova normalità, che ci porterà a sperimentare e a sfidarci sui temi del futuro e della collaborazione, in un ambiente sia fisico che digitale.

Non c’è periodo migliore di questa fase di incertezza e cambiamento per guardare le cose con occhi diversi, stimolare la crescita di nuove competenze e generare nuove idee.

La tecnologia ci ha aiutato durante la pandemia a non perderci di vista, ma riportare in ufficio l’incontro con i nostri candidati, gli onboarding, la formazione e i meeting con colleghi e clienti è stato sicuramente importante per ricostruire le relazioni che la modalità virtuale ci ha tolto, anche in termini di benessere psicologico. 

Certo abbiamo ancora la mascherina e manteniamo le distanze, ma l’ufficio ci ha accolto con nuovi spazi per stare insieme e lavorare meglio! 

Il bilanciamento tra collaborazione in presenza e il lavoro da remoto, con la flessibilità che questo ci garantisce, è la misura che vogliamo adottare nei prossimi mesi. 

Sembra più facile a dirsi che a farsi, ma ogni team in We Are Social oggi è un piccolo laboratorio di innovazione

Gli strumenti per sperimentare e far funzionare il nuovo modello sono diversi: un programma di formazione chiamato Prepare For Change, che vedrà coinvolti i nostri Manager per aiutarli nella gestione del cambiamento e della nuova normalità; un progetto di Learning & Development chiamato All About Your Future, dedicato a rafforzare le competenze in continua evoluzione nel nostro settore; e – non da ultimo- la collaborazione con Mindwork. Un Partner prezioso durante la pandemia che ha supportato il nostro percorso di educazione sulla salute fisica e mentale, e con il quale abbiamo approfondito la collaborazione nel mese di ottobre attraverso il supporto psicologico individuale per stare bene insieme (sia a casa che in ufficio).

Continueremo a confrontarci con il nostro network di uffici nel mondo e ad ascoltare la voce di ognuno. Costruiremo il nostro modo di lavorare insieme, attraverso il cammino tutto personale di ritorno alla normalità.