Nasce We Are Social Gaming: ecco perché

We Are Social
We Are Social Gaming
luca.delladora

Il mondo è cambiato in fretta negli ultimi anni, così come sono cambiati i comportamenti delle persone, il modo in cui interagiscono, creano community, ricercano e acquistano prodotti. 

Comprendere questi comportamenti fa parte del nostro lavoro, ed è per questo che anch’esso è cambiato profondamente, mettendoci di fronte a nuove sfide che siamo sempre stati entusiasti di affrontare.


Il gaming rappresenta alla perfezione tutto questo: si tratta infatti di un mondo – e di un mercato – che è cresciuto a dismisura, non solo in termini di dimensioni (oggi sono quasi 3 miliardi le persone che giocano online), ma anche – e soprattutto – a livello di comportamenti, e di motivazioni per essere all’interno di questo mondo – motivazioni che sempre più spesso sono slegate dal puro “giocare” e hanno sempre più a che fare con l’interazione e la conversazione.

Alcuni dei progetti di cui andiamo più orgogliosi hanno a che fare con il supporto di cause molto importanti, e il successo di campagne come WWF #NoBuildChallenge su Fortnite, o Global Pride su Animal Crossing, hanno dimostrato che il gaming non solo intrattenimento, ma è una piattaforma di conversazione che offre infinite opportunità creative e permette di raggiungere le audience più diverse, che, se stimolate nel modo giusto, ricambieranno creando community forti e affezionate più che su ogni altra piattaforma.

Ma questi due progetti sono solo un piccolo esempio di come il gaming sia cambiato e di come sia diventato sempre più spesso parte del nostro lavoro di tutti i giorni. Si tratta di un cambiamento naturale, che per noi ha rappresentato un’ulteriore opportunità per ampliare i luoghi in cui accompagnare i brand con cui lavoriamo, perché per noi il gaming non rappresenta una piattaforma alternativa ai social, per noi il gaming è social.

Per tutte queste ragioni, oggi siamo entusiasti di lanciare ufficialmente We Are Social Gaming, una nuova unit costruita per aiutare i brand a creare esperienze efficaci nel mondo del gaming e degli eSports.

We Are Social Gaming non è un nuovo dipartimento presente nei nostri uffici, ma un team globale il cui ruolo sarà supportare tutto il resto dell’agenzia in progetti ed esperienze con il gaming al centro. Non solo, perché il ruolo di We Are Social Gaming sarà anche quello di ispirare e mantenere aggiornati tutti i team, così come i nostri clienti anche attraverso momenti di approfondimento o workshop dedicati.

Siamo assolutamente convinti che il gaming non debba essere considerato come un’entità separata da quello che sappiamo fare: il nostro network è composto da più di 950 persone che ogni giorno studiano le community e i loro comportamenti, analizzano l’impatto culturale di ciò che succede e sanno come creare idee che coinvolgano le persone. E tutto questo può essere applicato tanto su Instagram quanto su Fortnite.

Per questo abbiamo creato una “Gaming Squad” composta da persone di tutti gli uffici del network e che lavorano già con molti dei nostri clienti: non sarà una unit separata dagli altri team, ma, al contrario, una squadra in grado di collaborare e supportare tutti i reparti, e – soprattutto – di guidare i nostri clienti in questo ecosistema così complesso e frammentato.

Siamo convinti che uno dei punti di forza della Squad sia la varietà di background e di competenze delle persone che la compongono: creativi, strategist, analyst e creative technologist, tanto per citare solo alcune delle tipologie di ruoli coinvolti. Un elemento però è comune a tutte queste persone: la passione per il mondo del gaming e la voglia di comprenderne dinamiche e impatto culturale.


We Are Social Gaming nasce ufficialmente oggi, ma la nostra esperienza in questo mondo è già consolidata da diverso tempo: abbiamo lavorato con Activision, con Riot Games, Sony, con Twitch, G2 e Fnatic, ma abbiamo anche costruito esperienze legate al gaming con brand non endemici, come il già citato WWF, con Vodafone, Lavazza e con UberEats.

We Are Social Gaming ha alla sua guida quattro persone del global board di We Are Social: Mobbie Nazir (Global Chief Strategy Officer), Christina Chong (CEO Singapore), Stefano Maggi (Regional Lead EU, Co-Founder & CEO Italia e Spagna) e Suzie Shaw (CEO Australia) guideranno lo sviluppo della nuova proposta dell’agenzia.


Chiaramente, la cosa che rende il gaming un contesto così importante è l’impatto che ha per i brand: come emerge dal nostro Digital Report infatti, l’85% degli utenti internet giocano a videogame, e una persona su tre tra queste lo fa ogni giorno (l’84% almeno una volta a settimana). Quasi il 90% delle persone tra 16 e 24 anni giocano, indipendentemente dal sesso (le percentuali sono pressoché uguali).

Sempre più spesso le persone sono interessate – più che al gioco in sé – alla socializzazione e alle interazioni che si possono generare, e le piattaforme di gaming stanno evolvendo in questa direzione: pensiamo al caso di Alexandria Ocasio-Cortez che ha usato Twitch e Among Us per incoraggiare le persone ad ascoltarla e votarla; o, passando al mondo dell’intrattenimento, a Lil Nas X che ha creato una performance musicale in Roblox – raccogliendo milioni di persone, nello stesso momento, a seguire il suo spettacolo. Questi sono solo due dei tantissimi esempi che stiamo vedendo in questi mesi, e che, ancora una volta, sottolineano come il gaming – proprio come i social – sono una piattaforma di intrattenimento e di socializzazione.


Oggi, quindi, la nostra offerta si amplia ulteriormente, perché siamo convinti che i mondi di cui vi ho parlato saranno sempre più una cosa unica, e la nostra maggior ambizione e assicurarci che tutti i nostri team sappiano aiutare i nostri clienti con la stessa competenza ed efficacia di quanto è avvenuto in questi anni anche in quest’ambito.

Sappiamo quanto velocemente succedano le cose in questo mondo, e il lancio di We Are Social Gaming per noi rappresenta soltanto il primo passo di quello che – ne siamo certi – sarà un cammino entusiasmante.


Se vuoi approfondire insieme a noi in che modo We Are Social Gaming può supportare il tuo brand, puoi contattarci da qui.


ContattaciLet’s be social