INSTAGRAM LANCIA I LIKE ALLE STORIES #MERCOLEDÌSOCIAL

Mercoledì Social
InstagramStories

Benvenuti al #MercoledìSocial, il nostro appuntamento settimanale con le notizie più importanti legate al mondo digital e social. Instagram lancia i like alle Stories e YouTube dà qualche anticipazione sul suo 2022.

LinkedIn introduce la possibilità di silenziare i contenuti a tema politico sul proprio feed, mentre TikTok aggiorna le sue politiche di sicurezza con particolare attenzione alle minoranze e comunità LGBTQI+.

WhatsApp si avvicina sempre più all’interfaccia Facebook, consentendo ai profili Beta il caricamento di una cover image e la gestione di vere e proprie Communities.

Infine, nuove feature si aggiungono a Reddit Talk: Recording Function, Web Experiences, commenti, emoji, e Live Bar.

INSTAGRAM LANCIA I LIKE ALLE STORIE

Come vi raccontavamo qualche settimana fa, Instagram continua ad introdurre nuovi tool e funzionalità. L’ultima novità è l’arrivo dei like per le Stories.

Adam Mosseri ha annunciato, infatti, che presto all’interno delle Stories vedremo una piccola icona a cuore in basso a destra che, se toccata, invierà un like al profilo dell’utente. Così, i like sostituiranno l’invio di DM contenenti una semplice reaction.

Il numero di like di un contenuto non sarà pubblico, ma rimarrà un dato privato utile al creator per testare l’interesse della community su un determinato contenuto.

Questa novità rappresenta per i creator un modo semplice per aumentare l’engagement in Stories, e, per la piattaforma, uno strumento utile a migliorare e rendere sempre più personalizzata la user experience.

UNO SGUARDO AL 2022 DI YOUTUBE

Il Chief Product Officer di Youtube, Neal Mohan, ha anticipato alcune importanti novità di cui vedremo lo sviluppo in questo 2022.

YouTube ha fatto capire di voler puntare ancora di più sui creator e di voler investire su Shorts, Live e video on demand.

Nei prossimi mesi, infatti, vedremo un ampliamento di opzioni di engagement e di monetizzazione sui formati Shorts e Live, tra cui l’innovativa possibilità di poter rispondere ad un commento individuale, semplicemente creando uno Short.

Novità anche per le Live: verrà, infatti, introdotto il Collaborative Livestreaming, che permetterà ai creator di condividere una live e creare una maggior interazione tra le diverse community.

Collaborative Livestreaming YouTube
Fonte: YouTube Blog

La piattaforma sta testando anche la possibilità per i creator di impostare le linee guida del canale, in modo da poter modellare meglio il tono delle conversazioni.

Channel guidelines
Fonte: YouTube Blog

Gli utenti potranno, invece, ordinare i commenti in base al momento esatto in cui iniziano a guardare un video.

YouTube dichiara che questo è solo l’inizio, non ci resta che continuare a seguire gli sviluppi della piattaforma.

LINKEDIN INTRODUCE IL “NO POLITICS BUTTON”

LinkedIn sceglie di andare incontro alle persone disinteressate a un tipo di contenuto troppo politico, abilitando il “no politics button”, che silenzierà questo tipo di post.

Al momento il test riguarda solo gli utenti US, ma il risultato potrebbe aprire una grande opportunità di ampliamento per altri utenti e canali.

Fonte: WSJ | Video

TIKTOK TUTELA MINORANZE E COMUNITÀ LGBTQI+

Data la audience così giovane, TikTok ha deciso di salvaguardare i propri utenti, limitando contenuti che istigano odio, con particolare focus sulla sicurezza delle minoranze e della comunità LGBTQI+.

TikTok update its policies with focus on minor and LGBTQI+ safety
Fonte: TechCrunch

Con la nuova policy non verranno permesse in piattaforma pratiche come il deadnaming e il misgendering, la misoginia o contenuti che portano alla conversion therapy.

La piattaforma si sta muovendo anche per realizzare un nuovo design adatto all’età e per sviluppare un sistema per limitare l’accesso di certi tipi di contenuti agli adolescenti.

age-appropriate design TikTok
Fonte: Techcrunch

TikTok, inoltre, ha coinvolto una serie di creator per realizzare dei video che aiutano gli utenti più giovani a riconoscere e valutare i contenuti in cui si imbattono, tramite il metodo “Stop, Think, Decide, Act”.

Fonte: TechCrunch

WHATSAPP INTEGRA COVER IMAGES E COMMUNITIES

WhatsApp si avvicina sempre più ad un’interfaccia Facebook friendly.

Al momento è in fase di test per WhatsApp Business, infatti, la possibilità di inserire un’immagine di copertina per il proprio profilo.