Proseguono in tutto il mondo le attività a supporto del #BlackLivesMatter da parte delle community social, delle piattaforme online, ma anche degli assistenti vocali. Facebook continua a testare nuove feature e Snapchat amplia il rollout di Dynamic Ads.

#BlackLivesMatter: inclusività e prese di posizione

Ne abbiamo parlato nello scorso #mercoledìsocial, il #BlackLivesMatter non si ferma così come non si fermano le azioni collettive e individuali offline ed online a supporto del movimento. Nelle ultime settimane si è dibattuto tanto sul tema dell’inclusività e dell’anti-razzismo ed è emersa la necessità di prendere posizione. Tanti brand hanno colto l’occasione per farlo, in maniera più o meno coerente.

Le stesse piattaforme social, che danno voce a milioni di persone, hanno trovato opportuno tutelare e regolamentare certe modalità di espressione.

Twitter, in risposta alle proteste in US ha deciso di aggiornare la propria policy bloccando i tweet che incitano alla violenza. 

Non solo, per comprendere i fatti che stanno accadendo in questi giorni in tutto il mondo, ha sottolineato l’importanza di informarsi e di agire in maniera consapevole, rilasciando una serie di guidelines basate sul Learn, Ask, Show up e Speak up. 

twitter blacklivematter social violenza guidelines learn ask
Fonte: Twitter

Sempre in termini di informazione e, soprattutto, di disinformazione Twitter ha deciso di riaprire il programma per avere la spunta blu. Negli anni passati ci sono state varie vicissitudini a riguardo, tuttavia alla luce degli eventi nell’ultimo periodo è stato deciso di reintrodurre questa funzione. Permetterà di verificare fonti e account.

Facebook non è da meno.
Per rendere le fonti delle notizie più trasparenti, segnalerà attraverso delle etichette i contenuti postati da testate giornalistiche controllate parzialmente o totalmente dai governi.
L’impresa di analizzare e classificare le numerose testate e sulla piattaforma non è semplice dal momento che l’interferenza dei governi potrebbe avvenire anche in maniera non-dichiarata. 

facebook controlled media
Fonte: TechCrunch

Sempre contro la disinformazione, Facebook aggiungerà un ulteriore livello di approfondimento a determinati risultati di ricerca. Sarà infatti presente un nuovo “Knowledge Panel”, molto simile a quello che troviamo su Google. Il pannello, direttamente collegato ad alcune query di ricerca (di persone, fatti, notizie), mostrerà un riepilogo delle informazioni chiave di Wikipedia (informazioni biografiche, account Instagram ufficiale, entità correlate, etc.).
Questa implementazione potrebbe permettere, oltre ad ampliare la trasparenza e l’autorità delle informazioni, una più lunga permanenza degli utenti sulla piattaforma. 

knowledge panel facebook wikipedia
Fonte: SocialMediaToday

Ancora, Facebook ha disattivato oltre 200 account di persone legate a gruppi che incitavano all’odio.
Mark Zuckerberg, in un lungo post articolato in 7 punti, ha rivelato i next step relativi alle comunicazioni a sfondo politico e razziale, ribadendo il suo supporto al #BLM: “I stand with you. Your lives matter. Black lives matter.”

LinkedIn, dal canto suo, sottolinea l’importanza dell’inclusività, del rispetto e del senso di appartenenza, in questo caso, sul posto di lavoro. Perciò, offre un percorso di apprendimento gratuito aperto a tutti per imparare comprendere e confrontare i pregiudizi, e sviluppare la comunicazione tra colleghi. La volontà è quella di aiutare individualmente alla costruzione di una società migliore, partendo dall’ambiente di lavoro.

Con il lockdown dei mesi precedenti, TikTok ha visto crescere rapidamente la sua user base, con 315 milioni di download nel primo trimestre del 2020. Sulla piattaforma si vedono soprattutto contenuti legati a lip-sync e dance challenge virali, ma recentemente sempre più attivisti sfruttano i trend per creare e veicolare contenuti di political statement.

Sebbene non tutte e tre le compagnie abbiano esternato apertamente il loro supporto alla causa, anche gli assistenti vocali di Amazon, Apple e Google supportano il #BlackLivesMatter. Come?
Rispondendo alla domanda “Do All Lives Matter?”.

blacklivesmatter social vocal assistant alexa google
Fonte: TheVerge

Facebook: pronti per il cross-messaging?

Facebook continua a testare l’implementazione dell’app di messaggi su Instagram, che darà la possibilità di visualizzare i messaggi di Messenger direttamente sul Direct inbox. 

Questa funzione fa parte del piano di crescita e distribuzione di Facebook, che prevede di avere funzionalità di “cross-messaging” tra Instagram, Messenger e Whatsapp. Gli utenti avranno così la possibilità di inviare e ricevere messaggi da e su ognuna di queste app.

cross-messaging instagram messenger whatsapp
Fonte: SocialMediaToday

Instagram: la nuova frontiera dei meeting con gli Sticker Plans

Facebook, su Instagram, sta testando su alcuni utenti un nuovo tipo di feature: lo sticker “Plans”.

Questo sticker permetterebbe agli utenti di organizzare dei meeting online, con un link diretto ad una Facebook Rooms.

Grazie allo sticker Plans sarà possibile aggiungere una data e delle informazioni alle stories, permettendo a coloro che le visualizzano non solo di partecipare al meeting, ma anche di vedere chi, tra gli altri amici, è interessato a partecipare all’evento. 

plans instagram feature
Fonte: SocialMediaToday

Al via il test del "Current Status" su LinkedIn

Pare che LinkedIn stia testando una nuova feature per dare la possibilità ai propri utenti di personalizzare il proprio "Current Status". Grazie ad esso, con una stringa di 75 caratteri, sarà possibile condividere ciò che si sta facendo, in qualunque momento. Niente di nuovo rispetto ad operazioni simili già state testate su Facebook e Twitter. Allora, perché è interessante?
Le potenzialità di questa feature in ambito business sono tante.
Su LinkedIn, prima di tutto, potrebbe essere utile per promuovere diversamente gli eventi ed avere la possibilità di ampliare il proprio networking, dentro e fuori la piattaforma. Inoltre, può essere un modo per iniziare delle conversazioni su un tema specifico o su un progetto al quale si sta lavorando, ma anche un modo per esprimere la propria personalità.

Linkedin feature current status
Fonte: Twitter

Snapchat e il rollout di Dynamic Ads

Snapchat amplia il rollout di Dynamic Ads, utilissima per creare facilmente delle campagne sulla piattaforma. Caricando gli asset e le informazioni di prodotto, Dynamic Ads si occupa di adattarli nei vari template ad, lasciando la possibilità di scegliere tra i vari output la creatività più accattivante. 

Molto interessante è, inoltre, la capacità di Dynamic Ads di aggiornare in tempo reale alcune informazioni di prodotto, come il prezzo, mostrando sempre quello effettivo. 

Fonte: SocialMediaToday

Per questa settimana è tutto, a mercoledì prossimo!