Questa settimana parliamo delle "safety calls" promosse dagli utenti su TikTok, delle novità shoppable su Instagram, dei brand profile su Snapchat e delle novità introdotte da Facebook e Twitter.

Gli utenti di TokTok lanciano le "safety calls"

TikTok e i suoi utenti affrontano un tema rilevante e d'attualità, promuovendo le cosiddette "safety calls".

Da vari sondaggi emerge come molte donne dichiarino di non sentirsi al sicuro a camminare da sole di notte, o in altre situazioni. Chiamare un amico può essere d'aiuto, ma non sempre quella persona è disponibile.
Per questo motivo, alcuni utenti TikTok hanno iniziato a condividere delle finte chiamate, registrando video per permettere ad altri utenti, potenzialmente in situazioni poco sicure, di inscenare una finta conversazione con i creatori dei video.

Ad esempio, un utente ha registrato un video fingendo di poter vedere la posizione dello spettatore, avvisandolo che manderà qualcuno in suo soccorso. Un altro ha invece finto di essere una madre arrabbiata, un video utile per lasciare un brutto appuntamento. Altri ancora hanno registrato un messaggio, dicendo all'ascoltatore che staranno con lui al telefono per tutto il tragitto, fino all'arrivo a casa.

TikTok safety calls
Fonte: TikTok

Questa continua opera di content creation ha ispirato moti utenti di TikTok a registrare versioni nelle più svariate lingue, dall'olandese al mandarino. Nel giro di un mese l'hashtag #safetycall è passato da circa 5.000 visualizzazioni a 1,8 milioni.

La buona efficacia dell'iniziativa è stata testimoniata da un'altra serie di contenuti, in cui gli utenti raccontano come, con una di queste safety calls, siano usciti indenni da situazioni spiacevoli.

Instagram implementa le funzionalità shop

Come già anticipato nello scorso mercoledì social, Instagram sta migliorando sempre più le proprie funzionalità shop.

Era già possibile fare acquisti all'interno di Instagram, e persino effettuare il check-out da account selezionati senza uscire dall'applicazione.

Ora, Instagram Shop è stato migliorato per incoraggiare ulteriormente la navigazione e la scoperta di marchi, creatori e prodotti. La customer experience sul nuovo shop è personalizzata per l'utente: i marchi preferiti sono messi in primo piano con la possibilità di filtrare la ricerca per categorie, ed è inoltre presente anche una sezione personalizzata, che suggerisce all'utente prodotti e nuovi brand sulla base delle proprie preferenze.

Instagram Shop screenshoot
Fonte: Techrunch.com

Un'ulteriore novità è l'introduzione di Facebook Pay come metodo di pagamento consentito, in linea con l’obiettivo di integrare i servizi di pagamento in tutte le app della famiglia Facebook.

Instagram for good

Continua l'opera di Instagram a sostegno delle giuste cause. Questa settimana la piattaforma ha deciso di mettere a disposizione di tutti i profili gli stickers per avviare una raccolta fondi.

Questo significa che d'ora in poi basterà cliccare su "modifica profilo" e selezionare "aggiungi raccolta fondi". Sarà possibile selezionare una foto, una categoria di raccolta fondi e aggiungere tutti i dettagli necessari a raccontare la vostra causa e invitare gli utenti a donare.

Prima di iniziare a raccogliere denaro la raccolta fondi dovrà essere approvata dalla piattaforma, che ne verificherà l'ammissibilità della causa.
Questo strumento era già a disponibile per le non-profit, ma è ora utilizzabile da tutti, a ribadire il sostegno della piattaforma in questo momento alle piccole realtà, già espresso negli ultimi mesi, ad esempio con l'introduzione degli stickers "Km 0".

creating a personal fundraiser on Instagram
Fonte: Facebook

Ultima novità dal mondo Instagram, ma non per importanza, una nuova azione a supporto del movimento #BlackLivesMatters. La piattaforma ha reso noti gli hashtag più comunemente usati sui post relativi all'ingiustizia razziale. L'elenco è un importante strumento per chi desidera interagire o monitorare la discussione sul tema, ma non è l'unica azione intrapresa dalla piattaforma. Instagram ha anche rivisto le sue politiche interne e incontrato i leader della comunità, per capire come affrontare al meglio il tema della disuguaglianza.

Instagram antirazzismo hashtags
Fonte: SocialmediaToday

Snapchat cresce e testa Brand Profiles

Snapchat, che nel secondo trimestre 2020 ha riportato dati di una crescita continua e costante, raggiungendo 9 milioni di nuovi utenti attivi giornalieri per il trimestre, si sta aprendo sempre più a brand e aziende.

Lo sta facendo con il lancio (in versione beta chiusa) di Brand Profiles, una nuova home sulla piattaforma, interamente dedicata ai brand.

brand profiles snapchat
Fonte: Snapchat

I brand potranno salvare e mostrare le lenti sul proprio profilo, permettendo a qualsiasi Snapchatter di scoprire e/o rivisitare le esperienze AR uniche di un marchio. Agli utenti sarà, inoltre, consentito navigare e acquistare articoli direttamente all'interno dell'applicazione Snapchat, powered by Shopify. Infine, ai brand sarà data la possibilità di mettere in evidenza le proprie collezioni, direttamente sul proprio profilo, e di condividere le storie.

Come per i profili pubblici, anche i marchi avranno la possibilità di vedere i dati demografici del proprio pubblico e gli interessi di coloro che visualizzano le proprie storie.

brand profiles snapchat
Fonte: Snapchat

Fscebook: le novità per mantenere la community informata e in sicurezza

Continua l'opera di informazione nei confronti dei propri utenti condotta da Facebook: la piattaforma questa settimana ha introdotto due importanti novità.

La prima riguarda il tema COVID-19: Facebook non solo promuove l'utilizzo informato della mascherina, ma ha anche recentemente rilasciato una nuova sezione denominata "Fatti riguardanti il COVID-19", per fare chiarezza e sfatare alcune delle false notizie che circolano sul virus.

Facebook COVID-19 informativa
Fonte: SocialmediaToday

La seconda novità, invece, riguarda le elezioni: Facebook ha deciso di contrassegnare con delle etichette tutti i messaggi pubblicati da politici (funzionari e candidati presidenziali) e riguardanti il voto o gli scrutini elettorali, indipendentemente dal fatto che i post contengano informazioni giuste o sbagliate.

Agli utenti, una volta cliccato sulle nuove etichette, si aprirà una pagina del sito USA.gov, che delinea e chiarisce varie domande e risposte sul processo di voto.

etichette fb post politici
Fonte: SocialmediaToday

La novità descritta è un importante cambiamento delle policies di Facebook, che già in passato si era rifiutata di aggiungere etichette o avvertimenti a questo tipo di post, o di sottoporli ad accertamenti.

L'ultima novità introdotta da Facebook riguarda, invece, la privacy degli utenti. Nell'ottica di garantire un sempre maggiore livello di sicurezza, è in fase di test l'aggiunta del touch ID su Facebook e Face ID su Messenger per IOS.

Twitter: direct messages e nuovo logo

Twitter ha rilasciato nei giorni scorsi un importante aggiornamento riguardante la possibilità di inviare direct messages direttamente da desktop, senza dover lasciare il feed.

La nuova funzionalità, molto simile a quelle già presenti sia su LinkedIn che su Facebook, prevede l'apertura di una finestra, che può essere chiusa o ridotta, dando la possibilità agli utenti di inviare messaggi diretti in ogni momento.

Oltre a questo, Twitter sta testando nuove varianti del logo per iOS e una nuova animazione che appare all’apertura dell’app.

Infine, con riferimento al recente hacking subito dalla piattaforma, Twitter ha rilasciato una nota ufficiale su quanto successo, descrivendo i next step in programma, e reiterando scuse e rassicurazioni nei confronti degli utenti.

Per questo mercoledì social è tutto. Alla prossima settimana!