In questo mercoledì scopriremo insieme Topics e Featured, le nuove funzionalità di Facebook Watch, e come Facebook abbia migliorato le traduzioni sulla piattaforma. Vi racconteremo inoltre di Instagram, e i nuovi badges per le donazioni in live-stream e dei progressi per garantire all'utente una maggiore sicurezza, della nuova feature di Snapchat "Sounds" e della possibilità di creare eventi a pagamento su Zoom. LinkedIn aggiunge una nuova features alla piattaforma "Eventi" e la possibilità di fare Video Meetings attraverso LinkedIn Messages. Senza dimenticarci di Google: nuove battaglie legali e nuovi miglioramenti della funzione "Ricerca". Il tutto mentre TikTok, non viene più bannato in Pakistan, Twitter si muove per limitare la circolazione di Fake News sulla piattaforma e Apple crea il proprio canale musicale Apple Music TV.

Facebook lancia Topics e Featured nella sezione Watch, e migliora i tool per le traduzioni.

Facebook, per migliorare la piattaforma Watch, ha aggiunto due funzionalità che permettono una maggiore personalizzazione dei contenuti. La prima si chiama Topics, e darà agli utenti la possibilità di seguire argomenti specifici, basati su hashtags, in modo da avere solo video rilevanti nel flusso all'interno della piattaforma Watch. La seconda importante innovazione è l'aggiunta della sezione Featured, in cui verranno messi in evidenza i video più visualizzati della piattaforma. I video in queste sezioni sono scelti da Facebook in modo da poter mostrare e dare visibilità anche ad eventi in tempo reale.

Facebook Watch topics
Fonte: Social Media Today

Fonte: Social Media Today

Facebook, inoltre, con il suo nuovo modello AI rivoluziona il mondo delle traduzioni automatizzate, migliorando la comunicazione tra gli utenti di tutto il mondo. Il nuovo modello, chiamato M2M-100, sarà in grado di tradurre direttamente una lingua A in una lingua B, senza usare la lingua inglese come intermediario, conservando al meglio il significato del testo originale. Questo modello è in grado di funzionare con qualsiasi coppia di lingue scelte da un database che ne contiene ben 100 diverse. Questo miglioramento potrebbe svolgere un ruolo chiave in un ottica di business, perché permette di abbattere le barriere linguistiche ove erano presenti.



Fonte: Social Media Today

Instagram espande i suoi badge per le donazioni in live-stream.

Dopo un'iniziale test con creator selezionati, da oggi vi è ufficialmente la possibilità da parte degli utenti di acquistare dei badge, come ad esempio un cuore, che appare accanto al proprio nome durante una diretta. Questo consente all'utente di distinguersi, mostrando ancora di più il supporto per il creator, in questo modo sia la piattaforma che il creator stesso ne traggono un beneficio economico, mentre il fan viene messo in evidenza con più possibilità di essere notato.

Questi badges possono essere acquistati direttamente da Instagram, e hanno un prezzo variabile da $0,99 per un cuore, a $4,99 per tre cuori.

Fonte: Social Media Today

Instagram e Twitter si muovono verso una maggiore sicurezza.

Di recente Instagram è finito nel mirino del UK Competition and Markets Authority (CMA), e ha annunciato di volersi impegnare e fare di più per proteggere i consumatori e aumentare i controlli sui contenuti #ad postati dagli influencer. La CMA, infatti, ha scoperto che molti influencer non taggavano i relativi post con #ad o #sponsored, e questa situazione sarebbe potuta gravare legalmente anche sulla piattaforma stessa.

Instagram ha deciso di affrontare il problema in due modi. In primo luogo, cercando di aggiungere un nuovo prompt che richiederebbe agli influencer di confermare se hanno ricevuto incentivi per promuovere un prodotto o servizio prima di poter pubblicare il loro post. In secondo luogo, sta sviluppando nuovi algoritmi per rilevare potenziali contenuti pubblicitari. Il tool, una volta individuato il contenuto, allerterebbe il business di riferimento, informandolo riguardo alle regole in vigore. Non è stata comunicata una data di rilascio effettiva, ma ci aspettiamo che queste modifiche vengano introdotte molto presto.

Instagram partner tags
Fonte: SocialMediaToday

Fonte: SocialMediaToday

Sempre, nell'ottica di proteggere gli utenti più giovani (e i brand stessi) Instagram sta cercando di aggiungere un altro livello di protezione, consentendo alle aziende di fissare requisiti minimi di età per i branded content. La possibilità di impostare un età minima necessaria per poter accedere al profilo e alle informazioni di qualche creator (e di conseguenza ai suoi contenuti), era già esistente, ma questa nuova impostazione permette di impostare restrizioni d'età variabili per contenuto e Paese di riferimento, così da massimizzare l'efficacia del branded content stesso.

Questo sarà particolarmente utile per i brand che cercano di promuovere prodotti in diversi Paesi, dove le restrizioni di età, per diverse categorie di prodotti, sono effettivamente differenti.

Instagram age gate tool
Fonte: Social Media Today

Fonte: Social Media Today

Avevamo visto la scorsa settimana come le varie piattaforme si stanno muovendo per evitare la diffusione di Fake News sul web.

In particolare, Twitter aveva annunciato nuove misure a protezione dell'integrità delle lezioni americane, dando la possibilità di retweettare citando sempre il contenuto di partenza.

La novità di questa settimana è un prompt, che allerta automaticamente l'utente se il contenuto che vuole condividere è stato segnalato come elemento di disinformazione, secondo le regole della piattaforma. Tutto questo per poter garantire la circolazione di contenuti sempre più affidabili in un periodo storico così delicato.

Fonte: Digital Market News

Fonte: Digital Market News

Snapchat e la funzione Sounds.

Snapchat inaugura la funzione Sounds, feature che permette di aggiungere canzoni e rendere ancora più personalizzati i propri Snaps.

Da oggi tutti gli Snapchatter del mondo hanno accesso ad un catalogo molto vasto di canzoni, spaziando da artisti affermati a quelli emergenti, da usare come sottofondo musicale dei brevi video che inviano a familiari ed amici. 

Quando viene utilizzata questa funzione, facendo swipe up, si può consultare direttamente l'album dell'artista, e grazie al link "Play this Song" si può ascoltare la canzone completa sulla piattaforma di streaming musicale preferita.

Non è tutto: il catalogo presente sulla piattaforma include una preview esclusiva della canzone "Lonely" di Justin Bieber e Benny Blanco: utilizzandola negli Snaps gli utenti avranno la possibilità di salvare il link e scaricarla non appena sarà disponibile.

Fonte: Press Snap

Fonte: Snapchat

Zoom aggiunge funzioni per ospitare eventi gratuiti e a pagamento sulla propria piattaforma.

Data l'attuale situazione mondiale, Zoom ha deciso di introdurre una nuova modalità di ospitare eventi online: non solo gratuiti, ma anche a pagamento. La nuova feature permetterà agli organizzatori di vendere biglietti direttamente sulla piattaforma, grazie ad una collaborazione con PayPal. Gli utenti potranno quindi partecipare come spettatori a trasmissioni in diretta, concerti, lezioni di ginnastica e tanti altri eventi digitali disponibili. Ci sarà, inoltre, un Marketplace di eventi dove gli utenti potranno iscriversi a varie iniziative gratuite e non.

Inizialmente questa piattaforma sarà disponibile solo in America, ma con l'anno nuovo verrà resa disponibile in altri Paesi. Qualcosa di simile era stato annunciato anche da Facebook in precedenza, quando aveva dato la possibilità di ospitare eventi a pagamento su Facebook Live oppure su Messenger Rooms App, in modo completamente gratuito e senza ricevere una percentuale del guadagno sui biglietti, fino ad almeno agosto 2021.

Zoom ha inoltre introdotto un'altra tipologia di applicazione nel suo marketplace, chiamata Zapp, che permette agli utenti di aprire applicazioni come Dropbox, Slack e Asana direttamente durante uno Zoom meeting, venendo ancora più incontro alle necessità degli utenti e semplificando il tutto per chi usa Zoom per lavoro.

Fonte: Business Insider

LinkedIn, nuovi insights per raggiungere i gamers e nuove features per la sezione "Eventi".

LinkedIn ha inoltre creato un infografica per spiegare come raggiungere la gaming community attraverso questa piattaforma. Questo è utile non solo perché l'industria del gaming è in continua crescita, ma anche perché molti membri di LinkedIn, specialmente negli Stati Uniti, sono anche "Active Gamers", quindi questa potrebbe essere un ottima opportunità per vari brands nella gaming industry di raggiungere nuove audiences.

Le novità non si fermano qui: LinkedIn aveva iniziato a testare la nuova opzione "Eventi" a novembre dell'anno scorso, per poi lanciarla ufficialmente a maggio di quest'anno. Adesso sta cercando di migliorarla con nuove feature, tra cui la personalizzazione degli eventi suggeriti, e l'invio di una newsletter settimanale dedicata proprio agli eventi.

Inoltre, la piattaforma manderà delle notifiche in automatico ai follower della pagina ufficiale dell'azienda, ogni volta che qualcuno all'interno della stessa aggiungerà un evento. Per limitare lo spam, questa notifica verrà mandata non a tutti i followers, ma solo a quelli che con più probabilità potranno partecipare, selezionati in base a vari criteri tra cui i loro interessi.

LinkedIn video meeting options
Fonte: Social Media Today

Fonte: Social Media Today, Social Media Today

Google, battaglie legali e updates sul motore ricerca.

Google sta affrontando in questi giorni una nuova battaglia legale con il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti, con l'accusa di aver ottenuto un "Monopolio illegale". In poche parole, Google è stato incolpato di aver abusato del proprio dominio online nella ricerca, per tenere tutti gli altri operatori fuori dal mercato.

Google si è difesa sostenendo che le persone utilizzano questo motore di ricerca perché scelgono di farlo, non perché sono obbligate o perché non riescono a trovare alternative.

Per quanto riguarda, invece, la Ricerca online, durante l'evento in streaming Search On sono stati presentati tutti i progressi realizzati grazie all'intelligenza artificiale. Tra questi la possibilità di ricercare contenuti all'interno di un video, cercare una canzone con la voce, e un miglioramento dei consigli di spelling, e di identificazione di parti di testo.



Fonte: Social Media Today, Social Media Today

TikTok: un passo indietro da parte del Pakistan.

Nello scorso mercoledì social ci eravamo lasciati con la notizia che TikTok sarebbe stato bannato in Pakistan, con l'accusa di promuovere contenuti "immorali" e "indecenti". Oggi la piattaforma è tornata ad essere disponibile, dopo una serie di negoziazioni tra il governo e TikTok stesso.

La piattaforma ha assicurato che i contenuti verranno moderati in conformità con le norme sociali e le leggi del Pakistan, con la garanzia che gli utenti coinvolti nel caricamento di contenuti illegali vengano bloccati dalla piattaforma.

Le condizioni, specificate in un comunicato stampa sono state pubblicate sul profilo ufficiale Pakistan Telecommunication Authorithy.

Fonte: Twitter, Social Media Today

Apple lancia Apple Music TV.

Ebbene sì, Apple ha lanciato il suo nuovo canale musicale, dove si potranno vedere video musicali in streaming 24 ore su 24.

Altro non è che una versione visual di Apple Music, in cui si potranno vedere video esclusivi , anteprime, e altri contenuti speciali. Durante il suo debutto lunedì, è stato mandato in onda uno speciale delle 100 migliori canzoni più ascoltate negli Stati Uniti, ed è stato programmato un takeover di Bruce Springsteen per il 22 di ottobre in cui verrano messi in onda i suoi video più popolari e un intervista esclusiva. Però anche questo servizio è momentaneamente disponibile solo negli Stati Uniti.

apple music tv
Fonte: TechCrunch

Fonte: The Next Web

Per questa settimana è tutto: al prossimo mercoledì social!