Buon mercoledì a tutti, il menù dal mondo social di oggi prevede la gustosa novità di Facebook Pay, dei succulenti Super Stickers disponibili su YouTube, una copia di TikTok made in Instagram, la possibilità di seguire i topic su Twitter e dei croccanti cataloghi di prodotti su Whatsapp.

C’è un nuovo metodo di pagamento in città (e nel mondo): arriva Facebook Pay.

Facebook dà il benvenuto a Facebook Pay per pagamenti online sicuri e facili sulle sue piattaforme. Il servizio è attivo in US su Facebook e Messenger e lo sarà presto su Instagram e WhatsApp. Facebook Pay utilizza le principali carte di credito e PayPal. Sarà inoltre possibile fare trasferimenti di denaro da persona a persona su Messenger. Facebook Pay non si fermerà alle piattaforme Facebook ma sarà disponibile anche sulle app convenzionate.

Per attivare il servizio basta andare su “Settings” di Facebook o Messenger e aggiungere “Facebook Pay” come metodo di pagamento. Un’importante specifica è che Facebook Pay utilizza circuiti finanziari già esistenti ed è separato da Libra. Per quanto riguarda la sicurezza, Facebook assicura sistemi anti frode e di protezione all’avanguardia. C’è comunque la possibilità di aggiungere un PIN o utilizzare le funzioni touch o face ID recognition per autorizzare un pagamento con Facebook Pay. Trovate maggiori informazioni su pay.facebook.com.

Fonte

Credits Facebook

YouTube lancia un nuovo modo per far guadagnare i creators: i Super Stickers 

Li aveva spoilerati a luglio, ora YouTube presenta i Super Stickers, un nuovo asset per aiutare i creators a fare profitti. Gli stickers animati sono pensati per far comunicare i fan con i creators e seguono il successo delle GIF. Sono divisi in categoria che riguardano il gaming, fashion, beauty, sport, musica, cibo e altro. Per attivarli i creatori devono avere almeno 1.000 iscritti e usare già Super Chat (la chat di live streaming personalizzabile). Il pacchetto di lancio prevede 8 Super Stickers Pack di cui 5 animati. Tra questi “Hi Popo” (un ippopotamo), “Baby Lemon”, “Energetic Lemon”, “Bushiba” (una sorta di volpe) e “Biggest Fans”. Gli stickers costeranno da 99 centesimi di dollaro fino a 50$.

Fonte

Credits techcrunch.com

TikTok rende disponibile lo sharing ai programmatori e Instagram lo copia in Brasile con Reels.

TikTok è sempre alla ricerca di nuove funzioni per dare la possibilità di generare contenuti sempre più creativi . Con “Share to TikTok SDK” fa un passo in più permettendo di integrare lo sharing direttamente agli sviluppatori di programmi. In questo modo gli utenti possono creare contenuti con ancora più funzioni a disposizione. TikTok è la piattaforma con i migliori strumenti di editing sul mercato al momento. Con questa estensione si assicura di rimanere tale anche nel prossimo futuro. Infatti sarà in grado di attrarre ancora di più i content creator che già usano altri programmi o app. 

Fonte

Credits TikTok

Anche Instagram vuole attrarre sempre più creators e in Brasile lancia la funzione Reels, liberamente ispirata a TikTok. Sono video di 15 secondi che possono essere editati proprio come su TikTok. Come aveva già fatto con le Stories per Snapchat, Instagram riconosce l’originalità del formato a Musically prima e TikTok dopo. C’è da dire che TikTok permette di condividere liberamente i video anche su Instagram. Instagram dovrà quindi competere con video TikTok sulla sua stessa piattaforma. TikTok 1 - Instagram 0.

Fonte

Credits TheNextWeb

Twitter dà la possibilità di seguire gli argomenti e non solo le persone

Twitter lancia la possibilità di seguire specifici topic allo stesso modo in cui si possono seguire i singoli account. La piattaforma inizia con 300 argomenti, dallo sport all’intrattenimento e al gaming. La politica viene lasciata da parte al momento. Quando si decide un topic da seguire, i tweets di account rilevanti saranno visibili sulla timeline. Twitter cerca di estendere i confini della conversazione rendendo alle persone più facile seguire i propri interessi. L'aumento della partecipazione è uno degli obiettivi considerato che circa l’80% dei tweets proviene da solo il 10% degli users. Come conseguenza, la maggior parte degli utenti rimane seduta a guardare, in linea con il trend della Overt Privacy.

Fonte

Credits Mashable.com

WhatsApp lancia Catalogs per mostrare prodotti e prezzi direttamente in chat.

Il sito web da mobile servirà ancora? WhatsApp ha lanciato Catalogs, la funzione che permette di mostrare foto di prodotti, prezzi e descrizioni direttamente in chat. Come in un vero catalogo, i venditori potranno attivare la nuova opzione e inviare i dettagli dei prodotti ai clienti. Il catalogo via chat è di particolare interesse per i mercati emergenti le cui vendite avvengono principalmente via app. La feature è disponibile in Brasile, Germania, India, Indonesia, Messico, Gran Bretagna e Stati Uniti.

Credits Techcrunch.com

Fonte

Dal #MercoledìSocial è tutto. Alla prossima settimana!